Intervista ad Alloy su Ballet Shoes

Emma è stata intervista dal sito web Alloy.com, ed ha parlato parecchio di Hermione, di Pauline e dei suoi impegni passati in Ballet Shoes (che esce in questi giorni in America).. e qualche confermona anche sul suo futuro.

Originale e a seguire traduzione.

For the past seven years, we’ve equated Emma Watson with Hermione Granger. But recently, Emma has followed in the footsteps of her Harry Potter costars, Rupert Grint and Daniel Radcliffe, by moving on to other movie roles. First up: Ballet Shoes, a TV movie for the UK’s BBC. (US fans can check it out September 2 on DVD!) We chatted with Emma about slipping into her new role, working without the Potter boys, and much more.

So what was it like doing something other than a Harry Potter movie?

It was wonderful. It was really nice to do something completely different. Obviously, we did it for the BBC, which is a British television channel. It was done in a TV format, so it was completely different to being on a massive big Hollywood blockbuster. We shot four scenes in one day and we were working six-day weeks. It was much more the crew and it was very different but I absolutely loved it. It was different.

What was it like working without Rupert and Daniel?
It was nice to be with lots of girls. It was a really nice change because usually on Potter I’m with guys all the time and I was with Lucy [Boynton] and Yasmin [Paige] and Emilia [Fox] and Victoria [Wood] everyday. That was really nice. It was lovely.

How did it feel doing a more straightforward film with no special effects?
Yeah, that was actually lovely. That was really nice not to having to worry so much about the technical aspect of it, just focus on the acting.

What was it like playing Pauline as opposed to Hermione?
One of the great things is that in playing Pauline, I got to dress up and be much more girly. She’s an actress, I got to dress up as Alice in Wonderland and there’s a part in A Midsummer Night’s Dream. Then she’s in this film that’s a period piece, so I got to wear a corset and an old dress and a wig. I got to have so much fun with all the ’30s make-up. It was really good fun to do something that was out of school uniform and out of jeans and a t-shirt and something completely different. It was lovely.

Who do you relate to more: Pauline or Hermione?
It’s such a hard question because I relate to both of the characters so much. I relate to Pauline in terms [of] her experience, this overnight fame that she experiences is very similar to what I went through when I was younger; her insecurities and how to try to be an actress and worrying what people will think, or if she’s any good. I don’t know. I can really relate to all of that side of her, but then also with Hermione, I relate to wanting to escape and books and school work. I’m also quite a tomboy, so I relate to that. She’s very determined and loyal. I really relate to both of the characters.

Each of the girls in Ballet Shoes has a special talent. What’s yours?
I actually love arts. I love to paint, I love to draw.

What made you wait until recently to take on another role?
I had other parts that came up, but I just didn’t want to do anything for the sake of it. It’s important that I take on other roles, just generally, because otherwise people will just think of me as Hermione for the rest of my life. But I just wanted to wait for the right thing and something that I really wanted to do. I work so hard, and I’m in school, and I’m doing publicity. I’m keeping myself so busy as it is. It had to be something that I really wanted to do. Luckily, Ballet Shoes was short enough that I could fit it in between publicity for Harry Potter, school work, and obviously filming. I was just lucky that it worked out like that.

What kind of parts would you like to play in the future?
There’s nothing in particular that I’m looking for. But Pauline, in order to audition, she does some Shakespeare and she’s in A Midsummer Night’s Dream. For that, I got to read Puck’s speech from a A Midsummer Night’s Dream. I [would] actually really love to do some Shakespeare. I’d love to do some stage work. I’d love to try that. I actually sing as well, so I’d love to do a movie where I got to use that or, I don’t know, anything! I’m very open. There’s nothing in particular that I’m chasing after.

A while back, there was a rumor that you were the new face of Chanel. Do rumors like that get spread about you a lot?
Yeah, I do feel like sometimes the papers just wake up one morning and they don’t have anything to write so they’re just saying, “What shall I write about today?” I don’t know how to compare it with the American tabloids, but it’s pretty dire over here. They just write whatever they really feel like. But generally I keep out of [the tabloids]. I’m working so much, I’m at school so much, I’m on publicity so much, I don’t really have time to get chased around by the British tabloids, so it’s all right.

What’s the weirdest thing that’s been said about you in the press?

There’s been nothing that weird. They just report that I’m gonna be in different films that I’ve never even heard of before or that I’m pretty much attending every single British public school in England, which of course I’ve never even heard of or stepped foot in it. It’s reported every week that I’m dating someone different from the Harry Potter cast, of course. Generally, I think they have you dating a different guy every week. It was like a three week period, which was quite funny — nothing very hurtful or harmful. I’m quite lucky. Just in general not having the facts straight.

What’s up next for you?
I’m applying to university in September. I want to study English literature.

***

Per gli ultimi sette anni, abbiamo associato Emma Watson a Hermione Granger. Ma di recente, Emma ha seguito le orme dei suoi colleghi, Rupert Grint e Daniel Radcliffe, accettando altre interpretazioni. La prima: Ballet Shoes, una film TV per la britannica BBC. Abbiamo chiaccherato con Emma sulla sua nuova parte, sul lavorare con i ragazzi di Harry Potter, e molto altro.

Allora, com’è stato fare qualcosa di diverso da un film di Harry Potter?
Meraviglioso. E’ stato davvero bellissimo fare qualcosa di completamente differente. Ovviamente, era girato per la BBC, che è una televisione britannica. E’ stato realizzato come un format televisivo, e quindi è stato totalmente diverso dal girare un immenso blockbuster hollywoodiano. Abbiamo girato quattro scene in un giorno e lavorato sei giorni a settimana. Eravamo più affiatati, certo è stato diverso ma assolutamente adorabile.

Com’è stato lavorare senza Rupert e Daniel?
Davvero un bel cambiamento perchè di solito in Harry Potter sono tra ragazzi tutto il tempo mentre stavolta ero tutti i giorni con Lucy [Boynton] e Yasmin [Paige] ed Emilia [Fox] e Victoria [Wood]. Davvero bello.

Come ti è sembrato fare un film più tradizionale, senza effetti speciali?
Si, è stato bello in effetti. Non doversi preoccupare di tutto l’aspetto tecnico, e concentrarsi solo sulla recitazione.

Com’è interpretare Pauline rispetto a Hermione?
Una delle differenze più grandi è che, nell’interpretare, devo abbigliarmi ed essere molto più femminile. Lei è un’attrice, deve indossare i costumi di Alice nel Paese delle Meraviglie ed ha un ruolo in “Sogno di una notte di mezza estate”. Dopo recita in questo film che è un film d’epoca, e ho dovuto indossare un corsetto, un vestito antico e una parrucca. Mi sono divertita tantissimo con tutto il trucco stile anni ’30 e a fare qualcosa che non coinvolgesse uniforme scolastiche, jeans e t-shirt, qualcosa di completamente diverso. E’ stato fantastico.

Con chi ti identifichi di più: Hermione o Pauline?
E’ una domanda difficilissima perchè posso identificarmi tantissimo in entrambe. Con Pauline per le sue esperienze, tutto questa notorietà improvvisa è simile a quella che mi è capitata quando ero più piccola; le sue insicurezze, il tentativo di essere un’attrice e la preoccupazione per quello che penserà di lei la gente, o se lei abbia talento. Non lo so. Posso relazionarmi a tutta questa parte di lei, ma anche con Hermione, mi identifico nella sua voglia di evasione e al suo impegno nella scuola. Sono anch’io abbastanza maschiaccio, quindi mi ci vedo come lei. E’ molto determinata e leale. Posso identificarmi tantissimo in entrambi i personaggi.

Ognuna delle ragazze in Ballet Shoes ha un talento speciale. Qual’è il tuo?
In effetti adoro l’Arte. Amo dipingere, amo disegnare.

Che cosa ti ha fatto attendere fino ad ora prima di accettare un altro ruolo?
Avevo proposte per altri ruoli, ma non volevo fare niente solo per il gusto di farlo. E’ importante che io faccia altri ruoli, in generale, perchè altrimenti la gente penserebbe a me come Hermione e basta per il resto della mia vita. Ma ho solo voluto aspettare il ruolo giusto, qualcosa che volessi veramente interpretare. Lavoro duramente, e frequento la scuola e faccio promozione. Sono già abbastanza impegnata. Doveva essere qualcosa che volessi veramente fare. Per fortuna, “Ballet Shoes” era abbastanza corto da inserirlo tra la promozione e il lavoro per Harry Potter e gli impegni scolastici. Sono stata fortunata che abbia potuto funzionare, ecco tutto.

Che tipo di ruoli ti piacerebbe avere in futuro?
Non c’è niente che cerco in particolare. Ma Pauline, per l’audizione, recita Shakespeare e poi viene presa in “Sogno di una notte di mezza estate”. Per quello ho dovuto leggere Puck da “Sogno di una notte di mezza estate”. Mi piacerebbe tantissimo poter fare qualcosa di Shakespeare. Adorerei poter fare qualcosa di teatro, vorrei tanto provare. Canto anche in effetti, quindi sarebbe bellissimo poter fare un film dove poter o, non so, qualunque cosa! Sono molto aperta. Non c’è niente di specifico che sto inseguendo.

Qualche tempo fa, si è vociferato che tu fossi il nuovo volto di Chanel. Ne escono tante di voci del genere su di te?
Bhè, a volte mi viene da pensare che i giornali si alzino la mattina e non abbiano niente da scrivere e quindi dicono “Bhè, di che scriviamo oggi?”. Non saprei paragonarli ai tabloid americani, ma qui è abbastanza orrendo. Scrivono davvero tutto quello che gli pare e piace. Ma in genere me ne tengo alla larga. Lavoro così tanto, studio così tanto, faccio così tanta promozione che non ho proprio il tempo di farmi venire appresso dai giornali, quindi mi sta bene così.

Qual’è la cosa più assurda che è stata detta di te dalla stampa?
Non c’è stato niente di così assurdo. A volte comunicano che farò diversi film di cui non ho mai sentito prima o che frequento ogni singola scuola pubblica in Inghilterra, delle quali ovviamente non ho mai sentito e nelle quali non ho mai messo piede. Ogni settimana si dice che esco con qualcuno sempre diverso del cast di Harry Potter. Credo che non siano contenti se non ti fanno uscire con un ragazzo diverso ogni settimana. E’ capitato per tre settimane di fila, il che è abbastanza divertente – niente di doloroso o deleterio per me. Sono abbastanza fortunata. E’ solo che a volte capita che alterino i fatti.

Che programmi hai ora?
Mi iscriverò all’Università questo Settembre. Voglio studiare Letteratura inglese.

  • anthebest1

    wow k dire grande emma…