Intervista al Telegraph: “Scomparire? Proprio no.”

Emma Watson fa da modella per la sua collezione con People Tree

La stella di Harry Potter Emma Watson ha creato una linea equo-sostenibile.

Emma Watson è entrata tra le stelle del firmamento a 9 anni, quando ha interpretato Hermione Granger nei film di Harry Potter; aveva da parte una fortuna di 10 milioni di sterline prima ancora di aver compiuto 18 anni.

Più di recente però è diventata il volto degli stilisti britannici, con Burberry. Ma quando non era impegnata nelle riprese di Harry Potter e i Doni della Morte nell’Hertfordshire, o negli studi alla Brown University di Providence, si è calata nei panni di un ruolo assai diverso.

Emma è diventata la prima testimonial dell’eco-chic e ha creato una nuova linea per People Tree, l’etichetta britannica pioniera nella moda sostenibile ed equo-solidale fondata dall’attivista verde Safia Minney, nel 1991.

La collezione, per uomini e donne, è giovanile e sportiva, con pezzi in cotone organico, maglie bretoni e tocchi eccentrici come un badge “School of Fair Trade” su un blazer effetto-spazzolato in pile, una trama di margherite a catena che Emma ha disegnato e poi stampato su una t-shirt, una “Union Jack” disegnata a mano su top e borse. I prezzi variano da 12 sterline per una sciarpa a 115 euro per un cardigan da cricket.

Emma è una sostenitrice appassionata di tutto quanto è organico da quando ha scelto geografica come materia per i GCSE  – è sempre stata una studentessa modello – e appreso molto sul Fair Trade lavorando in vista dell’esame assieme ad un’amica di sua mamma, che ha insegnato alla Oxford Business School.

C’è molta più consapevolezza nella mia generazione. Il pianeta è a rischio e io ho volevo fare qualcosa,” dice Emma. “Poi, 18 mesi fa, ho incontrato Safia e abbiamo cominciato a parlare di una mia collezione per People Tree. Era il momento giusto.

La sua decisione è maturata a partire da un’effettiva frustrazione. “E’ difficile sapere cosa è eticamente buono e cosa no nella moda più popolare ed è egualmente difficile trovare dell’abbigliamento etico che sia fashion e giovanile. Non voglio indossare qualcosa sul mio corpo che faccia del male all’ambiente e alle persone che lo popolano. Volevo mettere insieme una collezione di cui potessi essere orgogliosa sia dal punto di vista etico che in quanto a stile. E’ scioccante per me sapere che ancora oggi solo l’un per cento del cotone prodotto nel mondo è organico e equo-solidale.

Non ho ricevuto nessuna formazione specifica in fatto di moda, ma sono un’artista. Dipingo, disegno e ho avuto un grandissimo gruppo con cui lavorare. Ho basato la collezione avendo in mente me e i mie amici; è il genere di cose che indossiamo – la differenza è che sono ecologicamente corretti.

Emma ha lavorato alla collezione durante le serate, dopo un giorno di riprese o nei weekend lontano dal set. “Mi ha assorbito completamente. Ho provato vestiti, lavorato sul catalogo e io e i miei amici abbiamo fatto da modelli. Abbiamo lavorato tutti gratuitamente.

Descrive il suo stile come un mix di classico e sperimentale, variando da Chanel a marchi decisamente più temerari come il giovane stilista londinese William Tempest e l’etichetta di Los Angeles Rodarte.

Troppo giovane per considerare Kate Moss come modello a cui ispirarsi, si trova istintivamente più vicina a icone di stile come Alexa Chung, perchè “non c’è niente di finto in lei” e l’attrice Natalie Portman che “ha cominciato giovane come me e ha gestito la sua carriera con grazia e dignità.

Sa perfettamente di non aver bisogno di lavorare un giorno in più in vita sua, ma dice di voler prendere in considerazione una seconda collaborazione con People Tree: “Se alle persone piacerà e le vendite saranno buone, non vedo l’ora.

Ed è allo stesso modo appassionata sui suoi studi, studiando arte, disegno, pittura, storia, Inglese e poesia alla Brown e in procinto di prendere lezioni di danza contemporanea quest’Estate.

Sarò lì per i prossimi quattro anni ma non ho in programma di scomparire. Sto facendo un’audizione per un’opera teatrale, ‘Tre sorelle’ di Checkov, e sto ancora leggendo copioni. Non ho davvero la minima idea di dove sarò tra dieci anni. Sono sul punto di prendere decisioni importanti.

Ogni ulteriore domanda produce solo un sorriso enigmatico.

[Fonte: Telegraph]

Tantissima carne al fuoco. Effettivamente, c’è un teatro interamente gestito dagli studenti della Brown, chiamato Production Workshop, che sta giusto provinando per il dramma di Anton Checkov..

  • EmmaWatz

    Che bello questo articolo *.*
    Sono felicissima per questa collaborazione, tutta la linea mi piace e sono contenta che Emma faccia questi tipi di cose!
    Molto interessante l’ultima parte di questo articolo! Spero proprio che riesca a partecipare a questo spettacolo, già me la immagino *.*
    Grazie per la traduzione ;)

  • Lynus The Porcupine

    8-D Oh-ho! Quante cose… Se Emmina dovesse imparare anche a danzare, secondo me, a quel punto avrà imparato tutto della vita…

  • Marty * emwatson;

    Questo articolo è ricco di novità interessantissime! *_*

    Sono sempre molto felice quando parla con questo entusiasmo della sua collaborazione con People Tree, si vede che ci tiene tanto e che si è impegnata duramente coinvolgendo tutti i suoi amici proprio per creare una collezione il più vicino possibile ai gusti dei giovani. E’ una linea semplice, classica, che a me piace proprio tanto! =) Sapere che è una linea che ha usufruito solo di materiale organico me la fa piacere ancora di più. ^^

    Mi ha fatto davvero piacere sentire quel che pensa anche di Natalie (come già sapevamo^^) e anche di Alexa! Natalie è una delle mie attrici preferite e la penso come lei, Alexa la conosco molto meno.. però mi sembra carinissima. =)

    Mi è preso un colpo quando ho letto che ha intenzione di prendere lezioni di danza contemporanea! *_* Oddiooo, che bello!! *___*
    Proprio ieri mi è capitato di scrivere sul forum che è uno stile di danza che mi ha sempre incuriosita e nelle due scuole di danza che ho frequentato c’erano alcune mie amiche che oltre a fare classica, moderna e caraibica con me, facevano anche contemporanea e ne erano entusiaste! =)
    Io ho nel cuore soprattutto moderna, ma provare a seguire qualche lezioni di contemporanea mi piacerebbe tanto. ^^

    Per quanto riguarda l’audizione per l’opera teatrale Tre sorelle.. Lo spero con tutto il cuore! Ne sarei davvero contentissima perchè il teatro è meraviglioso, si respira un’atmosfera magica, emozionante.
    Adesso aspetto con ansia un EMS per sapere se è stata presa! *_*

    Nel frattempo incrociamo le dita!

    Thank you! =)

  • Anonimo

    alla mia amica gki piaci da morire!! sei carina ma….se l’amica mia continua cosi penso ke nn ti potro piu vedere

  • noemma

    alla mia amica piaci da morire!!! 6 carina ma…se la mia amica continua a rompere le palle penso ke nn te potro mai piu vedere