Entertainment Weekly Fall Movie Preview 2010 – Scans, 16 nuovi promo, articolo in italiano

SPOILER! ATTENZIONE! WARNING! In questo articolo viene rivelato il punto di divisione ESATTO tra la Parte 1 e la Parte 2 di Deathly Hallows, oltre a numerosi altre scene e particolari, 16 nuovi scatti inclusi i nuovi personaggi e una nuova foto del servizio a Emma di Martin Schoeller. Ma d’altronde non avremo ancora tanti articoli come questo, quindi valeva la pena tradurre tutto per intero. Enjoy.

La Stanza delle Necessità è in fiamme. In un set insonorizzato al di fuori di Londra, lo scorso Agosto, Daniel Radcliffe serpeggiava attraverso fumi incandescenti in mezzo a pile alte 50 metri di mobili pieni zeppi di tesori dai precedenti film di Harry Potter: pezzi degli scacchi giganti della Pietra Filosofale, lanterne cinesi dal Principe Mezzosangue, le tazze da tè della Professoressa Cooman, il grammofono di Gazza, striscioni da Quidditch, cornamuse e gabbie per uccelli, barattoli pieni di “Essenza di Dittamo” e “Succo di Tarantola”. A tutto ciò – perlomeno sullo schermo – verrà appiccato fuoco quando saranno accese le fiamme della grafica computerizzata. Radcliffe, sudato, sprinta in direzione della telecamera terrorizzato per poi fermarsi dopo aver realizzato di aver fatto un pasticcio. “Cavolo, ho dimenticato la cosa fondamentale.“, dice, tornando indietro nella montagna dei ricordi per rigirare la scena.

Harry Potter e i Doni della Morte – il settimo e ultimo romanzo – ha venduto 11 milioni di copie nelle prima 24 ore dal suo debutto nel Luglio 2007, diventando il libro più rapidamente venduto della storia. Probabilmente è stato anche il più velocemente letto. Anche se non ci possono essere statistiche per dimostrarlo, milioni di lettori hanno sfrecciato tra le 759 pagine di JK Rowling alla velocità di un boccino d’oro per scoprire il destino definitivo del Ragazzo Che È Sopravvissuto. Ma andare a quella velocità non è mai stata un’opzione per l’adattamento dei film. I Doni della Morte, come molti fan già sapranno, sono stati divisi in due film che la Warner Bros. rilascerà il 19 Novembre e il prossimo 15 Luglio.

All’inizio della Parte 1, Harry (Radcliffe), Ron (Rupert Grint) e Hermione (Emma Watson) hanno lasciato la Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts e sono in fuga da Lord Voldemort (Ralph Fiennes) e dai Mangiamorte. Il trio deve assolutamente trovare e distruggere i rimanenti horcrux – oggetti che contengono brandelli dell’anima di Voldemort – mentre combattono forze oscure (tra cui il gigantesco serprente Nagini) e i loro stessi dubbi e demoni. “La Parte 1 è molto verité, decisamente realistica, hai la sensazione che questi ragazzi siano profughi. Sono praticamente senzatetto ed è senza dubbio interessanti vederli lontano dall’oasi di pace di Hogwarts.“, dice il regista David Yates, che ha condotto anche la Fenice e il Principe Mezzosangue.

La Parte 2 porterà ad una gigantesca battaglia nella scuola, alla morte di diversi personaggi principali, e allo scontro finale di Harry con il Signore Oscuro. “Non volevo che i due film avessero un’impronta troppo simile tra loro, e dunque la Parte 2 è molto più solenne, colorita e nello stile classico del fantasy. Quello che veramente è il filo conduttore tra un film e l’altro sono questi personaggi e il rapporto che il pubblico ha sviluppato con loro.

Ed è una relazione così autentica in effetti, che molti fan sono rimasti davvero scocciati quando la Warner Bros. (che come Entertainment Weekly fa parte del gruppo Time Warner) annunciò che il libro finale sarebbe stato diviso sullo schermo. I potteriani non volevano attendere 8 mesi in più per il gran finale e sospettavano gli studios di grettezza (La Parte 1, a proposito, terminerà all’incirca al capitolo 24 del libro, quando Voldemort entra in possesso della bacchetta di sambuco, uno dei tre Doni della Morte che consente al possessore di dominare la morte). Nonostante i produttori del film insistano che la scelta di dividere i film sia stata fatta esclusivamente per ragioni creative – per essere quanto più possibili fedeli ai libri – alcuni fan scettici sono ancora convinti che la decisione sia figlia di intenti puramente commerciali. Dice il Presidente della Warner Bros., Alan Horn: “La parola chiave è «puramente». Non voglio fare il finto tonto e il disonesto a questo riguardo. Non c’è il minimo dubbio che la Warner Bros. guadagnerà più soldi con due film invece di uno. Ma non lo avremmo mai e poi mai fatto se Jo [Rowling] non avesse dato la sua approvazione e se non avessimo avvertito di stare producendo un finale migliore, con una sensazione di conclusione più forte. Rispettiamo e amiamo i libri troppo per fare una cosa del genere.

Dovrebbero eccome. I sei film di Harry Potter hanno guadagnato più di 5 miliardi e mezzo di dollari nel mondo, diventando la saga più danarosa del mondo nella storia del cinema (Star Wars primeggia ancora, di pochissimo, nei numeri statunitensi). Cosa più importante per i fan, comunque, i film finora hanno mantenuto una qualità consistente e una fedeltà ai libri della Rowling – nonostante i 4 registi diversi. Ancora più incredibile, il cast principale è rimasto quasi interamente intatto (Richard Harris, il Silente originale, morì nel 2002 e fu sostituito da Michael Gambon) e sebbene siano diventati grandi nel mondo ovattato del successo, tutte e tre le giovani star sono emerse dal loro decennio ad Hogwarts senza essere stati scalfiti da uno scandalo o dall’autodistruzione adolescenziale.

Nondimeno, tutto il trio sembra a vario titolo afflitto da una certa dose di età adulta sul set dei Leavesden Studios. “Credo di essere pronto per andare avanti” afferma Rupert tra una scena e l’altra. “Questo film è un gran modo di porre fine all’intera Era. Sarà triste perchè ovviamente tutti i miei amici erano lì, ma comunque 10 anni sono abbastanza“. Il trio ha girato una scena nella Stanza delle Necessità in cui Harry, Ron e Hermione stanno cercando un Horcrux (in questo caso il Diadema di Corvonero). Emma e Rupert erano entrambi inzuppati: nelle scene precedenti infatti, Ron e Hermione avevano distrutto un altro Horcrux e venivano inseguiti da uno tsunami a forma di Voldemort. Grint e la Watson venivano mantenuti bagnati dai membri de lla crew, che spruzzava la coppia a intervalli di qualche minuto. La Watson non ne era entusiasta. “È così da settimane,” dice lei, tremante accanto ad una stufa. “Odio sembrare piagnucolosa, ma è orribile restare bagnati tutto il tempo“. Scuote le spalle e aggiunge, con tono piatto: “Ma, sai, mi è stato detto che farà un effetto veramente drammatico nel film, quindi ne sarà valsa la pena“.

Radcliffe, nel frattempo, sembra in lotta con sé stesso a proposito della fine del suo ruolo come Harry Potter. Durante un break ci dice: “Questo film è stato difficile da fare, e ho passato i momenti più duri di sempre, sia fisicamente che mentalmente. Non ero completamente entusiasta della mia performance nel Mezzosangue – L’ho trovata un po’ monotona, senza molte variazioni sul tema – e quindi ho lavorato duro per assicurarmi che, qualora il settimo film uscisse e io ancora non fossi soddisfatto di me stesso, non sarebbe stato per mancanza di applicazione.” Si interrompe. “Ancora manca parecchio, ma ad essere sincero, non m’importa. Adoro stare qui. Non c’è un altro posto dovei vorrei essere“.

Le tre star potteriane sono sempre state immancabilmente cortesi nei confronti dei visitatori sul set nel corso degli anni, e non sono mai sembrate niente di meno che riconoscenti per le straordinarie esperienze che sono state regalate loro. Comunque sia, sono anche giovani nei loro 20 anni – Radcliffe e Grint 21, la Watson 20. E dunque mentre gli adulti attorno a loro possono sciogliersi di nostalgia per il lungo viaggio potteriano, perlopiù la Watson, Grint e Radcliffe guardano al futuro. “Abbiamo girato, qualsiasi termine di paragone prendiate, per un tempo lunghissimo. Dan e Rupert sono stati sul set per un anno – e ci sono stati dei momenti, periodi, dove tutti loro si sentivano tipo «Dio, dobbiamo solo farla finita. Vogliamo solo arrivare alla fine.», Ma dal mio punto di vista, si sono sempre e comunque impegnati tantissimo per fare del loro meglio, perché questa era la loro ultima opportunità di essere questi personaggi.“, dice Yates a proposito degli ultimi due film.

Mentre la produzione dei due film chiudeva i battenti quest’estate, le tre giovani stelle hanno dovuto affrontare la prospettiva di girare la loro ultimissima scena insieme. “È stato assurdo, arrivare sul set quel giorno, c’era questa atmosfera incredibilmente carica. Ci si sentiva come dentro ad un momento storico. Un qualcosa di grande portata.”, ci ha detto la Watson la scorsa settimana, parlando al telefono. In questa scena, Harry, Ron e Hermione si sono intrufolati nel Ministero della Magia. Hanno messo K.O. con la magia una donna e la stanno trascinando in una minuscola area-magazzino. E quindi l’ultimissimo fotogramma di sempre dei tre attori insieme ha avuto luogo in una stanzetta angusta. “Questi tre personaggi si sono trovati nelle situazioni più fantasiose concepibili a Hogwarts – sono stati nella Foresta Oscura, in tutti questi posti straordinari. È stato un modo parecchio strano di concludere, davvero.“, dice Yates. Magari poetico però, considerando che l’intera saga è cominciata con una ragazzino che viveva in un piccolissimo anfratto sotto le scale di una casa di Privet Drive. “In un certo senso, la serie è cominciata in uno sgabuzzino ed è finita in uno sgabuzzino.

  • Lukas

    WoWz Interessante o.o Non Vedo L’ora Che Esca Il Film o.o

  • Sara

    Questo articolo mi fa venire voglia di vedere il film.anzi mi correggo: i film. Scusate sarò anche cieca, ma dov’è che dicono qual è il il punto di divisione tra la Parte 1 e la Parte 2 di Deathly Hallows?? Però ho letto da un altro sito che il punto di divisione è quando Voldemot trova un dono, la bacchetta. E’ giusto?

  • @Sara:

    …(La Parte 1, a proposito, terminerà all’incirca al capitolo 24 del libro, quando Voldemort entra in possesso della bacchetta di sambuco, uno dei tre Doni della Morte che consente al possessore di dominare la morte).

    Grazie millissime per la traduzione Hahn =) ;)

  • Zafrinahes

    “In un certo senso, la serie è cominciata in uno sgabuzzino ed è finita in uno sgabuzzino.“

    bello questo concetto…bello tutto! anche Dan che ammette che non era stato un granché in HP6! Almeno si è reso conto per fortuna!
    Comunque grazie per la traduzione!!!
    Non vedo l’ora di novembre!!!=)

  • andrea

    gia davvero interressante davvero

  • Dgr

    Spero sia bello come fanno credere.

  • marty

    UAO!
    Non vedo l’ora di vederlo…

  • giu_dancer

    Ke triste la fine delle riprese!
    Sarò ancora più triste quando tutto sarà davvero finito!

  • ..*Fraffy*..

    …anke io mi sentirò triste… già lo sono ora figuriamoci dopo aver visto l’ultimo film…:(
    insomma, io ci sono cresciuta con Harry Potter, e sarà strano non attendere più con impazienza l’uscita dei film e dei rispettivi DVD…:(
    . . . . xò non vedo l’ora di sedermi al cinema con una montagna di Pop-corn x vedere la fine di questa saga stupenda..:)

  • Pingback: Secondo e terzo still promozionale con Hermione da “Deathly Hallows: Part 1″ | Emma Watson Italia()

  • Mi è venuta la pelle d’oca leggendo l’ultima parte dell’articolo. *_*
    Ho avuto un flash: finita di girare l’ultima scena… il regista che urla “Stooop! Ok, buona..” e tutti che si lasciano trasportare da un applauso conclusivo.
    Come accade ogni volta che si conclude qualcosa si bello ed emozionante.
    Io l’ho immaginata così. *_*

  • Lynus The Porcupine

    Diamine, ora sono ancora più impaziente… Voglio vedere il film!!! Eppoi

    “In un certo senso, la serie è cominciata in uno sgabuzzino ed è finita in uno sgabuzzino.“

    Ma perchè, non hanno girato le scene cronologicamente? :-?

  • Oh.. *_______*
    Mi piace da morire lo scan con la fotografia di Emma, santo cielo, che bella!! *_______________*
    Mi fa impazzire tutto: la posa, il suo sguardo, i capelli, il colore della pelle, sembra abbronzata, l’abito, il trucco leggerissimo.. tutto. ♥

    L’ultima parte dell’articolo mi ha emozionata da morire, pensare a quando Ems, Dan e Rup sono arrivati sul set sapendo che avrebbero girato l’ultima scena insieme.. A quando poi la giornata si è conclusa, a ciò che hanno fatto e che si sono detti. *____*