People Tree lancia la collezione Autunno/Inverno, Emma “solo” sponsor e modella

People Tree ha ufficialmente lanciato ieri la sua collezione Autunno/Inverno 2010/2011, quella che in questi giorni abbiamo appreso verrà esibita ad un evento ufficiale dei reali d’Inghilterra. Lo ha fatto con un comunicato stampa molto esteso e multimediale che ha Emma per assoluta protagonista nonostante, un po’ a sorpresa, questa collezione non sia una “Love From Emma 2“.

La nuova linea viene presentata come la nuova collezione approvata da Emma Watson. Ems stavolta non ha il ruolo ufficiale di Consigliere Creativo, e non è stata coinvolta nella realizzazione. Ma la volontà di People Tree di usare l’appeal di Emma come propellente della sua missione aziendale è forse ancora più marcato di quanto fosse la Primavera scorsa. Non solo le cose ovvie, come uno shoot di Emma che indossa capi della nuova collezione (anche se stavolta con ogni probabilità si tratterà di foto da studio), o la tradizionale attività da testimonial di una linea. Il viaggio di Emma in Bangladesh praticamente monopolizza il lancio della nuova collezione (altri scatti, un video-reportage molto ben fatto, un messaggio e un intervista ad Emma da parte di Safia Minney) e la trasforma in una sorta di ambasciatrice di People Tree.

» Un messaggio da Emma

A seguito della mia collezione estiva per Peoplee Tree, ho voluto visitare il Bangladesh con Safia per vedere coi miei occhi la differenza che il Fair Trade riesce a fare.

Il contrasto tra i quartieri degradati di Dhaka (la capitale del Bangladesh) dove vivono i lavoratori delle fabbriche di vestiario e Swallows (la comunità equo-solidale sostenuta da People Tree) era troppo evidente.

Potete leggere una breve intervista con le mie riflessioni sul viaggio qui sotto, ma tuttavia trovo ancora difficile comunicare quanto il Fair Trade significhi per coloro che producono il nostro tipo di moda – è davvero impressionante vedere come le donne siano riuscite a far leva sul commercio equo e solidale per sfuggire alla povertà e far forza a loro stesse e ai loro bambini. Mi ha commosso e ispirato.

Anche se non sono stata coinvolta a pieno nel design di questa collezione, mi sono divertita un modo aiutando Safia a selezionare alcuni stupende stoffe sostenibili – un Pied de poule a scacchi tessuto a mano, lavorazioni a maglia accavallate, morbide giacche in materiale organico e la prima stoffa di tessuto spazzolato, quadrettato e tessuto a mano, di cui il Fair Trade può disporre e che è stato trasformato in comode gonne a tulipano, vestiti e maglie.

Ci sono perfino alcuni abiti da party, come il piccolo vestito a tulipano in nero satinato che può essere indossato nei due versi per adattarsi ad ogni occasione! Ho scelto alcuni dei miei pezzi preferiti e ne ho fatto la modella per People Tree.

Voglio congratularmi con People Tree per questa nuova linea e spero davvero che le persone continuino a comprare questi abiti e a supportare il loro grande lavoro nella promozione del commercio equo-solidale.

Con Amore, Emma xx

» VIDEO: Emma & People Tree: un viaggio + Photoshoot nuova collezione

Nella prima parte del video pubblicato da People Tree c’è il reportage del viaggio di Emma e Safia Minney nelle città rurali di Dhaka e Bajshahi, e la loro successiva visita al centro produttivo di People Tree, Swallows, dove si dà lavoro a 200 donne. Emma, oltre ad assistere e provare con mano tutte le fasi della produzione, ha anche visitato e fatto da insegnante di Matematica ai bambini della scuola all’interno della comunità!

Nella seconda parte del video, si vede lo shoot realizzato da Andrea Bowman-Carter in uno studio londinese il mese scorso. Emma fa da modella per i suoi capi preferiti della nuova collezione.

» INTERVISTA: Abiti Solidali = Famiglie Felici

Safia Minney intervista Emma Watson durante la loro visita alle donne di Swallows, uno dei partner di People Tree in Bangladesh.

SAFIA MINNEY Qual’è stata la tua esperienza del Bangladesh?

EMMA WATSON Non ero sicura di cosa aspettarmi quando siamo arrivate a Dhaka, la capitale del Bangladesh. Me la aspettavo molto caotica, e calda, ma la prima cosa a colpirmi davvero è stato il rumore, e il traffico! Il nostro viaggio dall’aeroporto è stato come niente avessi mai sperimentato prima: nessuno rispettava la fila; tutti a suonare costantemente il clacson e di regola a ignorare i semafori! Poco dopo essere arrivate abbiamo visitato i quartieri poveri di Dhaka dove vivono i lavori delle fabbriche di vestiario. Certo, avevo già qualche idea ma niente che potesse prepararmi alla realtà. Mi ha fatto rabbia vedere le condizioni in cui vivono queste persone, ma mi ha commossa il loro animo e la loro amichevolezza nonostante le evidenti avversità.

SAFIA Credo che una delle ragioni per cui questi lavoratori bengalesi hanno protestato per un salario di sostegno siano le loro spaventose condizioni di vita nei quartieri degradati. Puoi descrivere che tipo di strutture ci sono per loro?

EMMA Strutture? Non ci sono strutture di cui parlare. Nell’edificio che abbiamo visitato, io ho visto una doccia, un lavatoio e un buco nel pavimento a fare da toilet. Ed era per l’intero piano, che aveva 8 camere ed in ognuna una famiglia al completo. Sono 32 persone per un bagno.

SAFIA Il salario minimo è 1,62 taka – circa 6 sterline a settimana. Adesso reclamano circa 3 volte tanto.

EMMA Sebbene il costo della vita sia molto minore in Bangladesh che in UK, 6 sterline a settimana è tremendo, specialmente considerando il numero di ore di lavorano. Lavorano senza soluzione di continuità e nonostante ciò ancora non hanno abbastanza soldi per sfamare i loro figli, e per vivere qualsiasi tipo di vita. Spero con tutto il cuore che possano raggiungere il traguardo delle 18 sterline a settimana. Cambierebbe le loro vite, se ci riuscissero.

SAFIA Successivamente ti sei recata ad incontrare Amin Amirul, presidente della Federazione Nazionale Lavoratori Tessili, che People Tree sostiene da 10 anni.

EMMA È stato un onore incontrare Amin. Osservando il suo ufficio e ciò che riesce a fare con così pochi mezzi, ho avuto come la sensazione che sia una sfida, lui contro il mondo intero. Quello che prova a raggiungere sembra davvero enorme. È davvero determinato e non mollerà finché le vite dei lavoratori tessili non saranno migliorate. È un oratore molto coinvolgente.

SAFIA Hai anche fatto visita a Swallows, il progetto femminile di Thanapara, Bangladesh e uno dei nostri produttori, per vedere un po’ del lavoro che stiamo facendo e la differenza che il Fair Trade è in grado di fare. A Swallows lavoriamo per impiegare quante più donne possibili in modo che possano sostenere le loro famiglie e costruire una comunità in piena salute. Com’è stato visionare tutti quei diversi procedimenti per realizzare i vestiti a mano?

EMMA Ho sempre trovato difficile impressionare la gente su cosa “fatto a mano” davvero significhi. Per produrre un semplice capo devi prima produrre il filo, poi tingerlo manualmente, montarlo sul telaio, e dopo tessere il tessuto, tagliarlo secondo la trama, cucirlo sull’abito e dopo ricamarlo – e tutto a mano. È difficile per chiunque immaginare quanto ci vuole per creare qualcosa e quanto speciale quel capo di vestiario sia.

SAFIA Cosa diresti alle persone che pensando cose come «Siamo nel 21esimo secolo, perché dovremmo produrli a mano oggi anziché a macchina?»

EMMA Avendo visto i quartieri disastrati di Dhaka e le condizioni in cui queste persone vivono e lavorano per produrre la “moda rapida”, direi loro che non è quello il modo in cui dovremmo produrre i vestiti nel mondo moderno. Questi lavoratori non hanno diritti e lavoro ad ogni ora del giorno solo per sfamare le loro famiglie. Il Commercio Equo e Solidale da alle famiglia la possibilità di stare assieme, invece di costringere uno o entrambi i genitori a trasferirsi di città per avere un salario decente. Dà potere alle persone e non le priva della loro dignità.

SAFIA Riesci a immaginarti, nata in una famiglia bengalese e a lavorare in una fabbrica tessile?

EMMA Non riesco a immaginare come potrei avere la forza mentale e la capacità di andare nelle fabbriche dei quartieri poveri e lasciare i miei bambini a 1000km di distanza. Abbiamo fatto un’intervista ad una donna di quei quartieri. È stata molto franca e schietta nel dire che la miseria di sei sterline non le lasciavano nessuna speranza. Non ce n’è per chi vive in quelle condizioni e viene pagato in quel modo. Arrivando a Swallows ho potuto vedere che l’alternativa c’è. Certo, le condizioni di vita sono modeste, ma tutto è pulito e c’è un vero senso di comunità, le famiglie stanno assieme e sembrano amare ed essere fieri di ciò che fanno – tutte cose che in Occidente noi diamo per scontate. Swallows è un posto speciale e ho bisogno di credere per la mia pace interiore che ci saranno sempre più posti del genere nei paesi in via di sviluppo in giro per il mondo.

SAFIA People Tree lavora con oltre 50 gruppi di produttori in Bangladesh, Kenya, India e Peru per fare questa differenza. Che tipo di messaggio vuoi portare ai tuoi coetanei ora che hai visto cosa viene fatto?

EMMA Non so mai come imprimere alle persone l’importanza del Fair Trade. È difficile far sì che la gente dia importanza alla cosa e realizzi l’enorme differenza che può fare per la vita di qualcuno. Se, quando si compra qualcosa, qualsiasi cosa, la gente ha una scelta tra l’acquisto equo-solidale e non, si dovrebbe sempre comprare il prodotto equo-solidale. Fa tutta la differenza del mondo – il contrasto tra Swallows e i brutti quartieri di Dhaka ne è la prova lampante.

SAFIA Hai dato un’occhiata a diverse aree della produzione lì a Swallows, ma hai anche visto l’asilo per 60 bambini dai 3 mesi ai cinque anni. E per i bambini dai 5 ai 12 anni c’è la scuola da 300 posti. E non è solo per i bambini delle lavoratrici ma anche per i bambini oltre la comunità.

EMMA È fantastico quello che siete riusciti a fare. Non solo queste donne hanno un lavoro, ma guadagnano quanto gli uomini – c’è parità tra i sessi, vengono valorizzate. Sono anche capaci di sostenersi, prendersi cura di sè stesse, e vivere con dignità. E poi avete messo in piedi l’asilo e il programma contro la violenza domestica per le donne che hanno subito abusi. Trovo che essenzialmente quello che state facendo è dare a queste persone la l’opportunità di aiutarsi da soli ed è questo tutto ciò che davvero vogliono. Mi è stato dato tanto nella mia vita e ho avuto un sacco di possibilità fantastiche. È davvero importante per me provare a restituire un po’ di tutto ciò. Volevo trovare il modo giusto e lavorare con People Tree è così speciale e gratificante, il modo migliore che ho di farlo al momento, Credo davvero nel Fair Trade e voglio proprio vederne di più nel mondo. Ho bisogno di sapere che ci sono altri posti come Swallows.

  • Mi è stato dato tanto nella mia vita e ho avuto un sacco di possibilità fantastiche. È davvero importante per me provare a restituire un po’ di tutto ciò. Volevo trovare il modo giusto e lavorare con People Tree è così speciale e gratificante, il modo migliore che ho di farlo al momento, Credo davvero nel Fair Trade e voglio proprio vederne di più nel mondo. Ho bisogno di sapere che ci sono altri posti come Swallows.

    Non c’è altro da aggiungere, poteva altamente fregarsene degli altri, lei ha tutto, ma NO per Emma non è così…Lei è una persona umile e questo lo dimostra!!!

    Grazie Hahn per la traduzione =)
    Fantastica nelle foto *_____* mi piace un sacco nella seconda e nella quarta postate *______*

  • liona

    i nuovi abiti sono fantastici… Emma è stupenda come sempre
    P.S. nn so se è vero ma si dice che apriranno un parco a tema Harry Potter anche fuori Londra; lo ho letto su un sito dove dicono che sia stato Rupert Grint a dirlo

  • hermione13

    Questa intervista mi ha commossa e anche le parole di Emma l’hanno fatto…è una ragazza davvero sensibile e intelligente e la mia stima per lei è decisamente aumentata dopo aver visto anche il video (tt e 2 le parti:) Non è k tutti i giorni si vede un’attrice così famosa k insegna la matematica a dei poveri bambini e si emoziona stando a contatto con quella gente sfortunata. Grandeeeeee Emmaaaaa!!
    e i vestiti k ha indossato mi piacciono un sacco;))

  • Lukas

    Emma E Assolutamente FANTASTICA… Andare La A Verificare Le Loro Condizioni E Stato Meraviglioso Da Parte Sua, E Poi I Vestiti Che Porta Emma Sono Stupendi Una Meglio Dell’altra … Veramente Emma Ti Stimo :)

  • Dgr

    Il video è stuendo.

  • @liona: è probabile che si tratti dei Leavesden Studios aperti al pubblico ora che hanno terminato di girare la saga di Harry Potter ;)

  • emma *-*

    c’è solo una parola per descriverla : M A G N I F I C A !!!!
    :) è così gentile , umile, altruista, è davvero una persona fantastica

  • Sara

    Emma è incredibile..la stimo davvero tanto. Mi piacerebbe che ci fossero più persone come lei.

  • giu_dancer

    E’ commovente l’entusiasmo di emma!
    L’adoro :)

  • marinella :)

    o mammina ke pena ke mi fanno quelle povere persone…

  • andrea

    parole senza precedenti quelle che hai detto amica il video mi ha commosso e fatto davvero riflettere a volte noi siamo avari di denaro mentre con qul denaro potremmo davvero cambiare il mondo se solo lo volessimo mi ha davvero commoso la frase mi e stat dato tanto nella mia vita che tu possa portare speranza e pace non solo a questi popoli ma a tutti quelli del mondo intero , continua cosi siicuro che meritarai la sagezza eterna e anche la gloria del paradiso tvttb davvero sei unica

  • Lynus The Porcupine

    Beh, gli altri hanno già detto tutto… Sono anch’ io molto felice per ciò che Emma sta facendo, è davvero una persona incredibile! Oggi come oggi è difficile trovare gente come lei…

  • Dgr

    Emma Watson. Che grande persona.

  • Lukas

    Facciamo Una Colletta E Mettiamo Su Una Statua Di Emma Davanti Al Vaticano Fatta Di Oro ? xD

  • Ovunque vuoi la statua di Ems, anche 1000 statue sparse ovunque, ma NON davanti al Vaticano!!!
    Sono Cristiana Cattolica ma eviterei ugualmente il Vaticano…Darebbe fastidio al papa, rovinerebbe la sua immagine =PPP

  • marinella :)

    by the way…di ke religione è emma???

  • marinella :)

    ma di ke religione è emma???

  • marinella :)

    scusate me l’ha caricato due volte il commento -.-

  • Astoria

    Se il vaticano mettesse anche solo un terzo dei soldi che ha x aiutare questa povera gente risolverebbe molte cose!…Quando il papa tutto ricoperto d’oro si affaccia alla finestra e dice…..: “sono vicino con il cuore e prego x loro” MI VERGOGNIO IO X LUI………Si tirasse sù le maniche e andasse a dare una mano……e levasse un pò di soldi dalle sue tasche…CHE SCHIFO…CHE VERGOGNIA…….-_-
    Brava Emma……una pacca sulla spalla da parte mia con il cuore.

  • Astoria

    Mi scuso con i Cattolici x lo sfogo di sopra ma parla la rabbia…io credo in Dio……ma non nella Chiesa…nel modo più assoluto.
    Non volevo mancare di rispetto a nessuno di voi ovviamente.

  • marinella :)

    ma non c’entra il vaticano ha quelle cose per eredità…da secoli…mica li compra..ora non mischiamo la chiesa con emma xo…ricordiamo ke papa giovanni era sempre in missione verso questi paesi….

  • Credo che la maggior parte degli Inglesi siano Cristiani Anglicani, ma Ems non ha mai fatto cenno alla sua religione che io sappia…

  • @ Astoria

    È spaventosamente off topic, ma potrebbe interessarti.

    @ marinella

    E che c’entra, è roba loro, mica non la possono usare.
    Un Papa != Vaticano.

  • marinella :)

    ma è ovvio ke al papà dispiaccia di queste persone e papa giovanni era sempre in viaggio…per aiutarli…è ovvio ke solo lui è come una goccia nell’oceano..ognuno di noi dovrebbe dare il propio contributo…allora si ke le cose cambierebbero….certo il papà di ora xo…-.-

  • Astoria

    Non importa se l’hanno comprata o è eredità!CEL’HANNO…..e se la usassero x sfamare il mondo sì che farebbero un’opera buona!!…..Non che chiedono soldi a noi che già arranchiamo ad arrivare a fine mese!!!!!!!!!
    cmq si…non andiamo off topic

  • Astoria

    Mister Hahn grazie x il video!!Bellissimo…e geniale! ;D

  • Pancaspe

    questa collezione è decisamente meglio. Malignando si potrebbe dire che si nota l’assente mano di Emma. XD

    I pezzi che preferisco sono il vestitino vicky e il bath embroidered dress.

    Le foto di Emma mi piacciono così e così. XD Le prime pubblicate sono le più brutte, mentre con le altre ci si riprede ed Emma adempie meglio al suo lavoro di modella. Le mia preferita è quella di profilo.
    A non figurare bene i questo shoot sono gli stivali e gli orecchini griffati. -_-

    La prima parte del video, quella in Bangladesh, mi piace molto: Emma è tenera con i bambini (la bimba che vuole fuggire dopo aver avuto il suo pacco è il momento più alto *_*) e disponibile con le lavoratrici. E’ molto bello vederla a piedi nudi sporta sul lavatoio.

    La seconda parte rovina l’effetto della precedente e mostra che probabilmente c’erano scatti migliori sa sfruttare per la campagna. Peccato.
    Dovevano tagliarla in principio.

    Le foto in Bangladesh mi sono piaciute moltissimo. Le ultime due sono particolarmente belle ma le prime son quelle che preferisco: c’è qualcosa nel sorriso mesto della seconda che me la fa apprezzare particolarmente.
    Safia è entusiasta mentre Emma è sbigottita: per lei toccare questa realtà è una novità, deve fare l’abitudine al peggio. Con questo non voglio che crediate che penso che Safia non sia colpita dalla situazione in cui vivono quelle persone, è evidente che lo sia dato che lavora per assicurare loro una vita migliore, penso solo che fare esperienza di una realtà aiuti ad abituarsi e a rimanere meno sgomenti ogni volta che la si incontra.
    Ecco, qui vedo che Emma non è abituata.

    La mia idea è supportata da questa frase di Emma stessa:

    Certo, avevo già qualche idea ma niente che potesse prepararmi alla realtà.

    Grazie per la traduzione ^^

  • Pingback: Viaggio in Zambia con Camfed()