Emma su Seventeen messicano – “Anything but ordinary” (Scans + Intervista in italiano)

E’ cresciuta con voi, con la differenza di essere stata circondata dalle telecamere, e adesso quello che vuole è avere una vita normale, come la vostra!

Mentre frequentava la scuola, Emma ha anche trascorso del tempo a prepararsi per fare quello che ama di più: recitare. A sei anni, ha cominciato a prendere lezioni di canto, ballo e recitazione. A 10 anni ha brillato nella sua prima recita teatrale, ed era pronta ad affrontare otto castings per il film che l’avrebbe resa famosa: Harry Potter. Da quel momento in poi, la sua vita è cambiata drasticamente. E ogni volta che l’ultimo film della saga era nei cinema, servizi fotografici ed interviste dominavano la sua vita. Adesso, la ventenne, non è solamente Hermione Granger, la ragazza in Harry Potter, ma una celebrità famosa in tutto il mondo, che ha ricevuto awards, che è stata la testimonial di marche importanti, come Burberry, e designer di una sua linea di abiti. Nonostante questo, tutto ciò non è la cosa più importante della sua vita al momento. Quello che non vede l’ora di fare è di vivere le esperienze tipiche della sua età, e godersi i suoi studi alla Brown University.

Mostrandoci un nuovo taglio di capelli (è davvero bella), vestita in un paio di jeans, un maglione beige e un paio di stivali alti e carini, Emma ha parlato in esclusiva con Seventeen Magazine.

S: Cosa ti ha insegnato lavorare in Harry Potter?
E: L’importanza dell’amicizia, del duro lavoro, di speranza e determinazione. Mi ha anche insegnato come recitare, che cosa significa stare su un set cinematografico, come lavorare con le telecamere, gli effetti speciali, gli animali, gli attori, e come gestire la fama – tante cose!

S: Oltre ad Harry Potter, qual’è stata la tua sfida più importante?
E: Penso il mio primo giorno all’università. Non conoscevo nessuno, ero nervosa, e in un paese nuovo. Sinceramente, non volevo nemmeno uscire dalla mia stanza. Sono molto orgogliosa di aver superato questa difficoltà!

S: I tuoi compagni di classe erano sorpresi di vederti lì?
E: Le prime settimane lo erano, ma adesso mi vedono tutti giorni, si sono già stancati di me [ride].

S: E’ facile capire quando qualcuno è interessato a te solo per la tua fama?
E: Lo capisci immediatamente quand’è così. In ogni caso, cerco di non preoccuparmene, perché se facessi così non conoscerei nessuno. Non potrei mai essere in grado di avere fiducia in qualcuno, e non posso vivere così.

S: Perché hai deciso di iscriverti al college?
E: Penso che la mia educazione sia molto importante, e mi piace imparare. Oltretutto, volevo avere un’esperienza normale al di fuori dello showbusiness.

S: Sembra che tu abbia tutto quello che si possa desiderare: sei famosa, anche se sembra che tu stia cercando di vivere la vita di una qualsiasi ragazza della tua età. Che cosa ti manca?
E: Mi devo divertire di più, essere come una bambina! Sono sempre a lavorare, sono dipendente dal lavoro. Voglio un po’ di tempo per far riposare la testa.

S: Com’è un giorno normale nella tua vita?
E: In realtà non ho mai giorni normali, perché sono intrappolata in vite diverse. Un giorno sono sul set, quello dopo sono al college, poi sono a casa, e quello dopo ancora sto disegnando vestiti. Non ci sono giornate ordinarie per me.

S: Hai appena lanciato la tua linea di abiti. A cosa ti sei ispirata? Com’è stato il processo creativo?
E: Sono stata molto egoista, ho disegnato cose che mi piacevano: molto semplici, giovanili e rilassate. Ho immaginato cosa mi sarebbe piaciuto indossare.

S: Dov’è che ti informi sulle ultime tendenze?
E: Non seguo molto le tendenze, perché non vorrei vestirmi come tutti gli altri. Penso sia per questo che, un po’, le odio. Però mi piace leggere riviste di moda. Non posso essere isolata da tutto ciò che succede là fuori.

S: Come definiresti il tuo stile?
E: Penso sia classico e semplice. Cerco di essere elegante, ma al tempo stesso casual e rilassata.

S: Chi sono le tue icone di moda?
E: Mi piacciono Audrey Hepburn e Jane Birking. Mi piacciono anche Kate Bosworth e Diane Kruger.

S: Quali sono le cose da avere quest’autunno, secondo te?
E: Mi piacciono i cappotti di cashmere, ne vorrei uno. Mi piace molto lo stile femminile che hai quando metti insieme giacche e gonne.

S: Ci daresti qualche consiglio di moda?
E: Segui sempre il tuo istinto, dai retta al tuo cuore. Se quello che indossi non ti convince, perché non ti fa sentire bella, o non sei sicura del tuo look, non indossarlo neanche se i tuoi amici ti dicono: “Wow, sei fantastica!”. Bisogna mettersi cose che ci fanno sentire a nostro agio e che ci danno confidenza.

S: Hai mai avuto emergenze di moda?
E: Sì, tantissime! Mi si sono strappati vestiti, la mia gonna è stata assalita dal vento, ho cercato di abbronzarmi artificialmente ed è stato un totale fallimento! A dir la verità, proprio per questo, le mie mani erano diventate arancioni.

S: Come hai fatto a risolvere?
E: Ho cercato di esfoliarle, per far andare via il colore, ma non c’è molto da fare in occasioni del genere. E’ stato molto divertente!

S: Quale pensi sia il look migliore per un appuntamento con qualcuno che ti piace?
E: Qualcosa che ti rappresenti, ma allo stesso tempo, speciale. C’è già abbastanza stress a causa della situazione, senza doverci aggiungere le paranoie per esserti messa un vestito troppo stretto o delle scarpe scomode. Può essere qualsiasi cosa che ti piaccia, ma femminile.

S: Hai qualche consiglio d’amore?
E: Non penso di essere la persona più giusta per rispondere. Credo che essere se stessi faccia il grosso, perché altrimenti, non sei sulla strada giusta e ci saranno orribili conseguenze. Sii te stessa e sii sincera. Non prenderla troppo sul serio, penso sia stato questo uno dei miei errori. Sei giovane, divertiti e basta!

S: Come ti vedi in dieci anni?
E: Spero che starò facendo qualcosa che amo e che mi appassiona. In pace con la mia famiglia, grandi amici e alla scoperta del mondo, essere felice!

S: Hai mai dubitato di te stessa?
E: Certo! E’ nella natura umana di dubitare di noi stessi, ma hai anche bisogno di dirti che quella voce dentro la tua testa che ti dice che non puoi farlo, va zittita. E’ solo una voce, non sei tu. Devi credere in te.

S: Cosa fai per restare in forma?
E: Faccio esercizio e cerco di mangiare cose sane.

S: Che tipo di esercizi fai?
E: Mi piace ballare, e odio andare in palestra, ma alle volte devo. Se posso scegliere, però, preferisco fare sport o danza, così posso anche interagire con la gente.

S: Cosa ti piacerebbe dire ai lettori di Seventeen?
E: Siamo tutti diversi. Quello che importa davvero è essere in salute. Siate buone con voi stesse!

[Traduzione di Hermione WeasleyaEW Forum (HUGE THANKS!)]

  • Mille Thanks ad Hahn per la news e a Hermione Weasley per la traduzione =)

    S: Hai mai avuto emergenze di moda?
    E: Sì, tantissime! Mi si sono strappati vestiti, la mia gonna è stata assalita dal vento, ho cercato di abbronzarmi artificialmente ed è stato un totale fallimento! A dir la verità, proprio per questo, le mie mani erano diventate arancioni.

    S: Come hai fatto a risolvere?
    E: Ho cercato di esfoliarle, per far andare via il colore, ma non c’è molto da fare in occasioni del genere. E’ stato molto divertente!

    ahahahahahahah oddea le mani arancioni XDDD povera Ems ;)

  • Che belle queste foto!! ♥
    Emma è sempre tanto elegante e fine, è proprio bellissima. ♥
    Nello scatto della cover e nell’ultimo poi ha un sorriso davvero dolcissimo e allegro allo stesso tempo!! *___________________*

    Oltretutto.. avevo proprio voglia di una nuova intervista e questa l’ho trovata molto carina e interessante. =)

    Thanks!! =)

  • ahahahahahahah oddea le mani arancioni XDDD povera Ems ;)

    Ahahah!! Sono sempre momenti di panico quelli della serie “emergenze di moda”, però chissà che ridere anche per lei a ripensarci ora! xDD

    Non prenderla troppo sul serio, penso sia stato questo uno dei miei errori. Sei giovane, divertiti e basta!

    Questa parte mi ha subito fatto pensare a lei e a George e all’ultimo rumor su loro due, al fatto che lei ha sofferto per la fine di questa storia. Magari poi non c’entra niente tutto questo, però se così fosse.. spero con tutto il cuore che ora stia meglio e comunque ha ragione.. è giusto divertirsi anche un po’ e non prendere sempre tutto così sul serio. =)

    Mi piace ballare, e odio andare in palestra, ma alle volte devo.

    Quanto la capisco, anche a me piace tantissimo ballare ma odio profondamente andare in palestra!! x___x
    (infatti in palestra non ci vado, anche se alla volte dovrei). XD

    Grazie per la traduzione Hermione Weasley! *_*

  • andrea

    stupenda intervista

  • Deborah

    Belle immagini, grazie per l’intervista!
    Ma quando il l’intervistatore ha detto

    Hai appena lanciato la tua linea di abit

    i cosa intendeva, People Tree?

  • Assolutamente People Tree che io sappia ;)

  • Lukas

    molto interessanti i suoi discorsi sul “Io interiore” e dei suoi problemi con le mani arancioni xD

  • La parte sull’Uni è la mia preferita.
    Poverina non voleva uscire dalla sua stanza. Insomma, un trauma proprio! xD
    Anche a me la partesull’amore ha fatto pensare a George. Mmmh.. si, hai ragione Ems, non prendiamoci troppo sul serio. C’è tempo per farlo. ;)

  • francy

    ha ragione : niente giornate ordinarie ma ora che è a scuola se la merita un po’ di calma

  • Lynus The Porcupine

    Wow, quanta roba! Sigh, Emma è davvero una maestra di vita… Solo, per quanto riguarda la traduzione: sicuri che non volesse dire “Siate buoni con voi stessi.”, riferito sia a ragazzi che a ragazze? O Seventeen è una rivista per sole ragazze? :-?

  • Mica ti proibiscono di comprarla, se vai.
    I contenuti sono tipicamente femminili, si.

  • Lynus The Porcupine

    @ Mister Hahn Ah, ecco, se è così, allora è diverso!

  • Ho messo femminile perché mi sembrava quello il target XD ma non è specificato niente, quindi puoi prenderla come preferisci XD

  • Pancaspe

    Grazie Hermione Weasley e Mister Hahn ^^

    Le parti che preferisco sono quelle sullo stile e quelle sulle questioni di cuore.
    Nel secondo caso la trovo matura, cresciuta, non è più un’adolescente. ^^

    Sei giovane, divertiti e basta!

    Questa è l’affermazione di un persona che ha fatto le cose troppo in fretta ed ora si rende conto che ha “perso” qualcosa.
    Non dipensde, IMO, dalla vita che ha vissuto ma semplicemente dall’età che ha superato.