Emma Watson su Marie Claire statunitense – Lunga anteprima dell’intervista, outtakes, e doppio video dal backstage!

Neanche il tempo di riprendersi dall’ultimo numero di Vogue UK che Emma salta a bordo delle rotative dall’altra parte dell’Atlantico. Dal prossimo 8 Novembre sarà nelle edicole americane, sulla cover di Marie Claire.

Il servizio fotografico di Tesh per il numero di Dicembre ci ha già regalato 9 scatti, tra HQ e MQ. Ma non solo: in attesa dell’editoriale completo, il teaser online è veramente esteso; come se non bastasse, ben due video dal set dello shoot. Il primo è il vero e proprio backstage, il secondo una mini-intervista a tema sul contenuto della borsa di Emma. La traduzione del teaser è ancora di Hermione Weasley, e i video sono entrambi disponibili sottotitolati. Buon divertimento =)

Incantevole Emma Watson

E’ la ragazza che guadagna di più ad Hollywood – e probabilmente anche quella più coi piedi per terra, dolce, normale e adorabile. Ci stiamo perdendo qualcosa?

Quando Emma Watson è arrivata alla Brown University l’anno scorso, gli studenti hanno reagito con estremo entusiasmo – una vera star del cinema a vivere tra loro! – che è stato però moderato dalla sincera voglia di rispettare la sua privacy.

Ma i suoi colleghi matricole sono cresciuti guardando i film di Harry Potter, che vede la Watson nel cast nei panni dell’amica di Harry, Hermione Granger, e alle volte non potevano proprio trattenersi.

Durante una lezione, il professore ha fatto una domanda agli studenti, e la Watson ha alzato la mano. Proprio come l’orgogliosamente intelligente, ambiziosa, e sempre nel giusto Hermione, la Watson ha dato la risposta esatta.

Dal fondo della stanza, uno dei suoi compagni di classe ha esclamato, “venti punti per Grifondoro!”

Alla Brown, la Watson, non giocava per i Grifondoro – la casa fittizia in cui Harry ed Hermione hanno vissuto alla scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts – ma ha comunque trovato una vera casa. Quando ci incontriamo per colazione, poco prima che la Watson iniziasse il suo secondo anno quest’autunno, non vedeva l’ora di ritornare alla vita del college.

Il primo anno alla Brown è stato tutto questione di ambientarmi,” ha detto. “Ho trovato un fantastico gruppo di amiche, e adesso che so come funzionano le cose, e cosa si aspettano i professori, sono davvero eccitata di ritornare per il mio secondo anno, perché sento che stavolta potrò rilassarmi e godermelo.

La Watson è estremamente riconoscente per il modo in cui i suoi compagni la stanno trattando. “La Brown ha un vero e proprio senso di comunità, e le persone sono molto protettive nei miei confronti,” ha detto. “Si prendono cura di me; vogliono che mi senta parte del gruppo. Ho dato una festa per il mio ventesimo compleanno alla Brown, e non ho dovuto dire a nessuno di non postare foto su Facebook. Neanche un singolo scatto è stato messo online. E’ stato lì che mi sono resa conto di aver trovato uno stabile gruppo di amici, e me ne sono sentita parte.

Questo senso di conforto, è particolarmente il benvenuto ora che la Watson si adatta alla fine della saga di Harry Potter, un lavoro che ha definito la sua vita per un decennio. Dopo l’uscita a novembre del settimo film, Harry Potter and the Deathly Hallows: Part I, la serie si concluderà il prossimo luglio, con il rilascio dell’ottavo e ultimo film, Harry Potter and the Deathly Hallows: Part II. Quando la Watson ha completato le riprese lo scorso giugno, è rimasta con una gran quantità di emozioni fortissime. “Il mio ultimo giorno è stato piuttosto emotivo,” ha ammesso. “E’ stato triste; è la fine di un’era. Che fantastica esperienza! Mi ha insegnato molto. Ho dato tutto quello che potevo a quel ruolo, e ne ho ricevuto così tanto.

Adesso che è finita, la Watson si sta godendo la libertà di fare cambiamenti – a cominciare col radicale taglio di capelli che l’ha lasciata a passarsi nervosamente le dita tra le soffici ciocche del suo nuovo pixie style che è stato ispirato da icone quali Mia Farrow, Edie Sedgwick, Jean Seberg, e Audrey Hepburn.

Volevo farlo da quando avevo circa 16 anni, e quando Harry Potter è finito a giugno, avevo proprio bisogno di un cambiamento,” ha detto la Watson. “E’ stato piuttosto simbolico per me. E’ molto corto; era scalato dietro e sui lati. Ed è veramente liberatorio camminare per strada senza doverci pensare.

Con la sua trasformazione dall’Hermione con i capelli crespi – le cui spesse ciocche erano aumentate con delle extension – ad un look androgino che meglio si addice ai suoi delicati lineamenti, la Watson ha anche annunciato di voler crescere ed evolversi invece di restare attaccata alla sua giovanile immagine di una di quei piccoli maghi che hanno catturato l’immaginazione della gente in tutto il mondo.

La saga cinematografica più proficua della storia, i film di Harry Potter hanno avuto così tanto successo che i sette libri di J.K. Rowling sono stati ampliati in otto grandi film. “Non è stato come fare un solo film; il lavoro è durato costantemente per dieci anni. Non c’è stata tregua,” ha detto la Watson. “Ma sono contenta di essere arrivata fino alla fine; ho interpretato il personaggio sin dall’inizio, e volevo finire quello che avevo iniziato. E’ stato molto gratificante sapere che avevo complato il viaggio di Hermione.

Il viaggio parallelo della Watson è stato meno drammatico di alcune delle rischiosissime fughe di Hermione, ma anche l’attrice ha vissuto una straordinaria avventura in quest’ultimo decennio. Le sue stesse scelte – come quelle di Hermione – sono state influenzate da un’intelligenza estremamente disciplinata, un’intensa dedizione nel raggiungere i propri obbiettivi, e una volontà di ferro.

La passione della Watson per la recitazione, è stata accesa per la prima volta da una gara di recitazione di poesie. “Ho adorato scoprire il reale significato di tutte le parole, e come potevo dirle, e quello che potevo fare con la mia voce, e qual era il modo di tenere in sospeso il pubblico ad ogni mia parola,” ha spiegato. “Mi ci sono davvero appassionata.

Aveva sette anni quando ha letto il primo libro di Harry Potter, ed era nel bel mezzo della lettura del terzo quando ha fatto l’audizione per il primo film. “Interpretare Hermione mi è venuto in modo naturale; con lei avevo una vera affinità,” ha detto. “Mi sentivo come se sapessi esattamente chi fosse. Come me, è molto determinata e leale, è molto intelligente e ha un sacco di amici maschi, proprio come me. Sono una perfezionista, quindi il mio essere una saputella viene decisamente fuori.

Ma la sua decisione di persegire il ruolo è stata audace, visto che le possibilità di ottenerlo non erano molte, vista la mancanza di esperienze recitative. Anche a nove anni, però, la Watson ha manifestato una dedizione al raggiungimento del suo obbiettivo che rasentava l’ossessione. “Cominciavo a lavorare all’audizione alle nove del mattino, e non mi fermavo fino alle cinque del pomeriggio,” ha rammentato. “La registrazione mi vedeva impegnata a fare le stesse cose un centinaio di volte, fino a quando non riuscivo a farla per bene. Ero davvero sorpresa della mia resistenza. Gli adulti dicevano, ‘abbiamo dovuto fermarti; volevi continuare ancora’. Sono sempre stata così; do il 100%. Non posso fare altrimenti.

I genitori della Watson, che hanno divorziato quando era molto piccola, sono entrambi avvocati – il padre è un legale delle telecomunicazioni, e sua madre un procuratore – ma la loro piccola ha subito messo in chiaro che non avrebbe loro permesso di metterle i bastoni tra le ruote. “Non avrei mai perdonato i miei genitori se mi avessero costretto a rinunciare a quell’opportunità,” ha detto. “Adoravo esibirmi. Mi faceva sentire viva. Può spaventarti, ma è normale. Penso sia importante avere quell’adrenalina extra. Ti dà quell’entusiasmo in più.

Nonostante le tentazioni di Hollywood e una famiglia complicata con un completo assortimento di fratelli, fratellastri e fratelli acquisiti, la Watson sembra l’esatto opposto di quelle giovani stelle scapestrate, che hanno finito per scatenare sensazionali testate scandalistiche. Sembra aver trascorso la sua intera adolescenza come la classica brava ragazza, irrimediabilmente coscienziosa e dura lavoratrice.

Faccio le cose a modo mio, ma non ho mai sentito il bisogno di ribellarmi,” ha detto. “In tutta sincerità, ho sempre avuto troppa libertà. Avevo un lavoro a dieci anni. Ho iniziato a vivere da sola quando ne avevo 17 o 18. Mi sono guadagnata i miei soldi; ho viaggiato per il mondo. Contro cosa mi sarei dovuta ribellare? Ho avuto tanta libertà, tanto che alle volte è stato difficile. I miei genitori volevano proteggermi, ma non avevano idea di come farlo. Ho dovuto imparare andando avanti e facendo i miei errori. Sono passata dall’essere una completa sconosciuta che non aveva mai recitato professionalmente, al partecipare ad un film enorme e diventare molto famosa. E’ successo tutto così velocemente che non ho avuto il tempo di gestire le cose. Alle volte faceva piuttosto paura.

Se non avete i sottotitoli, attivarli cliccando su CC

  • andrea

    stupenda intervista davvero la sua sagezza mi commoove

  • andrea

    secondo e falso ho trovato questo profilo su fb datemi conferema se e vero ouppere falso vi prego

    http://www.facebook.com/emmawatson#!/profile.php?id=100001782735652

  • NON è il profilo di Emma Watson si tratta della sua pagina!!!

  • Lynus The Porcupine

    Bella intervista, anche se tutto ‘sto parlare del suo nuovo taglio di capelli sta cominciando un po’ a stufarmi, onestamente…. A parte questo, non so perchè, ma nel secondo video mi sembra quasi… Bè, diversa, diciamo, più che altro per il gesticolare e la mimica del volto, mi fanno più pensare a un altra persona, non so come altrimenti dire… E bella scelta per gli occhiali! (anche se presumo siano stati importati dall’ Italia in qualche boutique particolare)

  • GiOrGiO

    a me fa troppo ridere il 2° video!! :D

  • Janaina Martins

    Lei è perfetto!
    Ho amato queste foto e questi video!

  • andrea

    l’ho trovato amici ecco

    http://www.facebook.com/profile.php?id=100000919075645 credo che è quello vero anzi ne sono certo mi raccomando ” Aqua in bocca vttb

  • Meglio l’acqua in bocca, quella che state postando è aria fritta.

  • liona

    Che belli i video!!! Emma è sempre stupenda.
    P.S. Il libro: Harry potter la magia del film è lo stesso che è uscì all’ estero? Oppure è un’ altro libro?

  • MissMartyPollen

    che bella che è Em quando sorride =)
    il secondo video è stupendo… come ho già detto, il suo sorriso al termine del video è spettacolare *.*

  • Ogni volta che leggo una nuova intervista di Emma sono sempre felicissima, e anche questa mi è piaciuta tanto. ♥
    Sono contentissima, ma proprio tanto, anche di sapere che in Uni ha trovato degli amici che le vogliono bene, che vogliono proprio farla sentire parte del gruppo e che la rispettano (ad esempio, non pubblicando sul web nessuna foto della sua festa di compleanno). =)

    Per quanto riguarda il nuovo shoot.. mi piacciono tanto le espressioni di Emma. ♥
    Poi adoro la luce, i colori, gli abiti (in particolare quelli della seconda foto in cui Emma è seduta sulla sedia, e della terza *____*) e le pose, alcune poi sono proprio particolari. *_______*

    MC si è fatta attendere, però poi ci ha regalato davvero tantissime cose! Anche due video.. *_________*
    Io non so se è perchè sono legatissima a lei.. ma mi emoziono sempre tantissimo quando vedo quei suoi sorrisi bellissimi, quando la sento parlare con quel suo accento inglese, quando vedo che cresce e che diventa sempre più brava, anche in questo campo. E’ meravigliosa. ♥
    Adoro questo video, poi a 1.34 e, subito dopo, quando fa la linguaccia che tenera che è! *__________*

    Che carina anche nel video in cui fa vedere quello che c’è nella sua borsa! *____*
    E’ proprio dolce e bellissima. ♥

    Grazie Hahn e Hermione Weasley! ^^

  • francy

    ma è sul serio il vero indirizzo di face ? una volta trovata la foto ne potrei fare uno anche io … insomma se lo è e lo avete sul serio trovato vi faccio i complimenti ma non potete e possiamo farci niente quindi …

  • Pingback: Editoriale completo di Marie Claire US, la seconda parte dell’intervista | Emma Watson Italia()