La statua di cera di Emma debutta al Tussauds

“Emma è l’aggiunta perfetta alla nostra fila di Star qui al Museo di Madame Tussauds a Londra ed è uno dei personaggi più richiesti dai nostri visitatori. E’ una vera Rosa Inglese conosciuta e amata da milioni di persone in tutto il mondo, tra appassionati di cinema e di moda.”

Queste sono le parole piene di entusiasmo con cui Nicole Fenner, portavoce del Museo, annunciava che la statua di cera di Emma Watson era in lavorazione agli inizi di Febbraio.
Il 26 Marzo la statua è stata svelata al pubblico.

La statua è comodamente seduta su un divano, in modo che i visitatori possano sederle affianco per scattare foto ricordo.

Come anticipato, indossa un abito firmato da Elie Saab che l’attrice ha sfoggiato durante un evento Lancôme a Hong Kong, donato al Museo dallo stilista. “Siamo deliziati che ci sia stato chiesto di vestire la statua di cera di Emma Watson al Museo di Madame Tussauds a Londra. Siamo molto felici del risultato ed ora il pubblico avrà la possibilità di vedere da vicino l’intricata lavorazione di questo delicato pezzo fashion – come è stato indossato originariamente da Emma stessa.

Il look è completato da un paio di scarpe nere col tacco alto, collana di diamanti ed un anello importante. I capelli sono raccolti, per lasciare la schiena scoperta, ma morbidamente, come Emma li ha portati di recente.

 

In occasione del debutto della statua, abbiamo avuto nuove indiscrezioni e dichiarazioni dello scultore Alex Carlisle, autore del pezzo. Così scopriamo che si sono voluti quattro mesi per fare la statua di cera, affinchè Carlisle ricreasse scrupolosamente la vera somiglianza con la Watson. Un team di ricerca ha fornito una serie di foto dal red carpet, fronte e retro, ma anche still dai film recenti per aiutare a capire le esatte proporzioni. Allo scultore è stata data l’idea di quello che la stutua avrebbe dovuto indossare e in quale posa avrebbe dovuto sedere. Ci fanno sapere che il vestito di Elie Saab è stato scelto perchè incarna al meglio la natura ‘giocosa e divertente’ della star.


La sfida più grande è stata ricreare la sua espressione, quella scintilla,afferma Carlisle. “Era importante che fosse bellissima. Emma ha un’aurea incantevole, quindi dovevamo trovare i giusti riferimenti. Doveva essere della giusta dimensione ed altezza per sembrare autentica.


Il vestito è bellissimo ma mostra un bel po’ di pelle, cosa che per noi ha significato che dovevamo essere molto attenti. Penso che abbiamo ritratto quella scintilla che lei ha,” aggiunge per Standard.  “E’ molto attraente e mi è piaciuto molto scolpirla.

E’ disponibile anche un video che mostra bene la statua, da ogni angolazione: