Video e traduzione della conferenza stampa di Cannes

Sul sito ufficiale del Festival è disponibile il file audio dell’intera conferenza, mentre qui abbiamo solo alcuni video che riguardano Emma.

Ad iniziare dall’entrata e l’uscita in un video solo.

Sono pochissime le domande interessanti o a cui Emma non abbia già risposto altrove, ma vediamo qualcosa di questa conferenza a Cannes.

G: Il film è sull’ossessione per le celebrità. Pensi che in UK ci sia troppa ossessione? E sembra che ti sia finalmente lasciata Harry Potter alle spalle.

E: Penso che Londra stia raggiungendo Hollywood quasi, è di certo in crescita. Ci sono celebrità che creano brand, business, tutto un lavoro, sulla gente che è interessata alle loro vite e altre celebrità che non lo fanno. Penso che la gente capisca la differenza. Ed è ok.

E’ strano, per me Harry Potter è successo tanto tempo fa, sono accadute molte cose negli ultimi tre anni, ma è molto presente nei pensieri delle persone. Non cerco di scappare, sono orgogliosa del lavoro che ho fatto ma ora sono felice di avere la possibilità di trasformarmi in nuovi ruoli e lavorare con persone creative. Sono molto fortunata.

G: Emma preferisci lavorare con un regista uomo o con una regista donna?

E: E’ la seconda volta che lavoro con una donna. E’ stato fantastico, Sofia è molto calma. E’ bello lavorare con qualcuno così rilassato. Ero abituata a rispettare sempre le mie battute, perché molte persone le amano moltissimo, ma è stato bello avere la possibilità di improvvisare e Sofia è molto di sostegno.

La tecnologia gioca un ruolo di primo piano, tutto succede in fretta, siamo circondati da foto. Tutto è immagine. Puoi catturare, con una foto, tutto quello che vuoi. Le immagini catturano l’immaginazione delle persone giovani e loro arrivano a impersonificare tutto quello che loro stessi proiettano nelle immagini che vedono. Così le persone si sentono davvero investiti e coinvolti con quelsiasi storia quel shoot, quelle foto dei paparazzi raccontino e spesso hanno poco a che fare con la realtà. E’ interessante leggere certi tabloid con Ok Magazine. Sembrano strisce comiche. E’ un altro modo di raccontare una storia.

Sono giovane e da quello che posso vedere le giovani donne sono protagoniste dei grandi franchise di Hollywood che stanno arrivando, stanno forgiando una nuova strada nella commedia, penso a Bridesmaids, la più grande commedia dell’anno scorso, e Lena Dunham, che scrive il nuovo successo comico, Rebel Wilson, che ha presentato gli MTV Movie Awards. Non so, parlo per quello che vedo. Credo che sia un buon momento per essere donna in questo business, che stiamo andando bene. C’è ancora molta strada da fare non faccio finta che sia tutto perfetto e ci sia uguaglianza, ma credo che ci stiamo muovendo nella direzione giusta.

C’è anche un comodo video che riassume un paio dei momenti riportati sopra.

E uno in cui Sofia Coppola parla della casa di Paris Hilton, in cui sono state girate alcune scene.

E se non ne avete ancora abbastanza, vi consiglio di ripassare nel post delle foto e rifarvi gli occhi con le decine di foto in Gallery.