Emma e The Bling Ring su Empire Magazine

L’ultimissima aggiunta tra le riviste che dedicano uno spazio ampio ed interessante a The Bling Ring ed Emma è Empire Magazine, di cui abbiamo gli scan grazie a Pottershots.

Album

La parte interessante non è tanto nelle foto, still e promo vecchi e già visti, ma in alcune dichiarazioni di cui vi proponiamo la traduzione a cura del The Emma Watson Archives.

Sono consapevole di sembrare più giovane della mia età, nonostante abbia 23 anni, il che non aiuta. In più, nella mente della gente sono ancora intrappolata nel ruolo di una quattordicenne che va a scuola di magia, quindi non posso dire che la difficoltà che hanno nel fare il salto mi sciocchi, perché sono stati talmente vicini ad un particolare personaggio che ho interpretato… Ma per me personalmente non è stato strano fare niente di tutto ciò. Penso solo che ci voglia del tempo, e spero di aver interpretato il ruolo abbastanza bene da far sì che la gente venga assorbita dalla storia.

La scelta di Emma Watson, ragazza cresciuta con i riflettori puntati addosso, di interpretare un personaggio fame-whore è senza dubbio interessante e scopriamo che Sofia Coppola l’ha scelta proprio per “la sua interessante prospettiva sulla fama e come sia crescere avendola.”

Sono sicuramente cresciuta tra i media e ho una certa esperienza di cosa signifca,” dice Watson, che si trova attualmente a New York per studiare Letteratura Inglese alla Brown, dalla quale spera di laurearsi all’inizio del 2014. “Sono una ragazza molto diversa da Nicki. Sono piuttosto introversa, e per quanto riguarda le relazioni sociali, sono più contenta con un piccolo gruppo. In parte per la mia personalità, e in parte perché trovo che sia soffocante essere in uno spazio con tanta gente, costretta a gestire un sacco di attenzione. Non è qualcosa che mi piace o che cerco, davvero.

Le attenzioni sulla sua vita privata non le piacciono ed è cauta nelle sue dichiarazioni.

Non ho intenzione di ignorare la gente quando mi augura buon compleanno su Twitter… ma quello che è difficile è che, una volta che hai parlato pubblicamente di una certa area della tua vita, diventa molto difficile decidere quando va bene parlarne e quando non va bene farlo. Credo che sia sapere questo che mi rende così cauta. So che non appena lascerò cadere il cancello, è finita davvero. Poi la gente si sente giustificata perché li hai lasciati entrare.

Anche se sembra che Emma stia cercando le parti da interpretare come Diogene cercava l’Uomo, pare che per i ruoli che ha avuto avrebbe usato anche la strategia del “chiedere in ginocchio.”

Se cerchi di essere strategico, allora credo che la gente riesca ad intuire le tue stronzate. Per tutte le parti che ho avuto mi sarei volentieri inginocchiata per supplicare di ottenerla.

Sempre in attesa di news da Del Toro, che è pieno di impegni, godiamoci il racconto di come il regista è entrato nel progetto.

La Warner Bros mi ha inviato il copione per un remake de “La Bella e la Bestia” e ho risposto che non ne ero molto sicura, ma che sarei stata interessata se qualcuno come Guillermo del Toro l’avesse diretto, Mi hanno detto ‘Perché non glielo chiedi?’ Quindi gli ho inviato un’email e ho scoperto che “La Bella e la Bestia” è la sua fiaba preferita, ed è ossessionato dalle fiabe.” Il progetto è stato posticipato mentre Del Toro escogita dei metodi per realizzare la Bestia, ma la Watson dice che sarà “una Bestia terrificante, che è il motivo per cui voglio farlo.