La trama di Queen of Tearling

L’Estate 2014, data per cui è prevista l’uscita del primo libro della trilogia di Erika Johansen, Queen of the Tearling, che secondo autorevoli voci sarà portata sul grande schermo da David Heyman ed Emma Watson, è ancora lontana ma fortunatamente possiamo mettere insieme qualche notizia sulla trama e sull’ispirazione della saga, che si deve ad un discorso del Presidente degli Stati Uniti Barack Obama.

Ambientato tre secoli dopo che una piccola parte del genere umano ha popolato una terra misteriosamente emersa a seguito di una catastrofe ambientale, la serie segue la principessa Kelsea Glynn, diciannove anni, che deve reclamare il trono appartenuto alla defunta madre e riscattare il suo regno, il Tearling, dalle forze della corruzione e dalla magia oscura della Regina Rossa, la maga-tiranno del paese confinante, Mortmesne.

Un importante aiuto lo danno GoodReads ed Hermione Weasley di The Emma Watson Archives che ha tradotto il brano.

Il giorno del suo diciannovesimo compleanno, la principessa Kelsea Raleigh Glynn, cresciuta in esilio, intraprende un viaggio pericoloso per tornare al castello in cui è nata per riprendersi il trono che è suo di diritto. Semplice e seria, una ragazza che ama i libri ed imparare, Kelsea non assomiglia molto alla madre, la vanitosa e frivola Regina Elyssa. Ma anche se è priva di esperienza e cresciuta protetta, Kelsea non è priva di difese: attorno al suo collo pende lo zaffiro di Tearling, un gioiello d’immensi poteri magici; ad accompagnarla c’è la Guardia della Regina, un gruppo di ufficiali capeggiati dall’enigmatico e devoto Lazarus. Kelsea avrà bisogno di tutti loro per sopravvivere alla società segreta di nemici che userà ogni arma – dagli assassini dai mantelli cremisi alla più oscura magia del sangue – per impedirle di indossare la corona.

Nonostante il suo sangue reale, Kelsea non si sente tale così in quanto ragazza insicura, una bambina chiamata a condurre un popolo e un regno di cui non sa praticamente niente. Ma quello che scopre nella capitale, cambierà tutto, mettendola a confronto con orrori che non avrebbe mai immaginato. Un singolo atto di coraggio precipiterà il regno di Kelsea nel tumulto, sguinzagliando la vendetta della tirannica sovrana della vicina Mortmense: la Regina Rossa, una strega che possiede la più oscura delle magie. Adesso Kelsea comincerà a scroprire di chi tra i servi, l’aristocrazia e la sua stessa guardia potrà davvero fidarsi.

Ma la prova per salvare il suo regno e incontrare il suo destino è appena cominciata – un incredibile viaggio di auto-scoperta e di prova del fuoco la renderà una leggenda… se riuscirà a sopravvivere.

La giovane Kelsea, amante dei libri con al collo un potente ciondolo, che mette da parte le sue insicurezze di fronte all’ingiustizia e affronta le sue battaglie con coraggio ricorda da vicino Hermione Granger. Che Emma rischi di infilarsi in pasticcio interpretando un ruolo simile al personaggio che l’ha resa famosa? L’alzata di sopracciglio è lecita perché un libro non si giudica dalla copertina, ma dalla trama sì… Congediamo a questo progetto il beneficio di molti dubbi – anche quello di non essere interpretato dalla Watson – e a Erika Johansen il tempo di stupirci creando una nuova eroina da amare.