Emma «Devo ancora far vedere alla gente cosa posso fare»

La promozione di Noah inizia ad ingranare e assieme alle prime immagini dai servizi fotografici per Wonderland Magazine, escono le prime interviste. Alcune domande potranno essere ripetititve e certe risposte esattamente le stesse, dato che sono state rilasciate durante una roundtable, ma noi di Emma Watson Italia continuiamo a estrarre e tradurre le dichiarazioni più interessanti.

Giornalista: Di quale stilista è l’abito che indossi?
Emma: Nicole Maret.

G: L’hai scelto tu?
E: La mia amica ed io scegliamo gli abiti insieme.

G: Hai fatto il provino per questo ruolo?
E: Sì, ho dovuto fare il provino. Ero una bambina quando ho fatto Harry Potter, e questo è molto diverso. Ora ho deciso molto consapevolmente, da persona adulta, di fare l’attrice. Il mio approccio è diverso, sento che niente mi è dovuto. Ogni volta che mi faccio avanti per un ruolo, sento che devo dimostrare che posso superare certi limiti perché ho interpretato un ruolo con specifici paramentri per molto tempo. Devo ancora far vedere alla gente cosa posso fare. Non penso che le persone l’abbiano già visto.

G: Sei più sicura di te come attrice?
E: Sono più sicura di me ora. Ero solita andare ai provini e dire tipo ‘Potreste prendermi, se vi va, forse potrei fare un buon lavoro’ (Risate). Adesso sono molto più concentrata, molto più intraprendente. Sono andata via e ho studiato, mi sono presa del tempo e ho capito cosa voglio davvero fare. Così sono diventata molto concentrata e sicura in un modo in cui non ero prima. Non avevo realizzato che avevo il potere di far in modo che i film si facciano.1 Non avevo realizzato che avevo il potere di dire quali storie voglio che siano raccontate. Mi sono entusiasmata di nuovo.

G: Sei ancora al College o hai finito?
E: I piani sono di laurearmi a Maggio alla Brown. Sono felicissima di essermi presa il tempo di farlo. Ho tutto il resto della vita per lavorare, ma stavo crescendo e cambiando. Mi serviva uno spazio in cui capire da molti punti di vista, capire come essere indipendente, come vivere in un altro Paese. E’ stata una lezione veramente significativa imparare a prendermi cura di me stessa. E ha anche significato vivere una specie di vita normale per un po’. La ciliegina sulla torta è che avere un’istruzione è una risorsa importante. Penso che renderà la mia vita più ricca, personalmente e professionalmente.

G: Ricordi un momento preciso in cui hai detto ‘Wow, posso farlo’?
E: Sono stata molto fortunata ad avere persone che mi abbiano voluta in progetti interessanti. Sofia Coppola mi ha mandato il copione di The Bling Ring ed io ho pensato ‘Wow, quanto sarebbe diventente interpretare Nicki? E quanto sarebbe interessante cercare di capirla e come posso renderla reale e fare un accento perfetto?’ E poi Darren è venuto con Noah e Jonah Hill e Seth Rogan con This is the End e io mi sono detta ‘Questo sarà divertentissimo e dovrò improvvisare e non l’ho mai fatto prima.’ Amo che devo lasciarmi me stessa alle spalle quando interpreto alcuni di questi ruoli e sono una sfida più di quanto non lo fosse recitare Hermione. Lo trovo molto stimolante.

  1. Emma ha partecipato attivamente alla ricerca di fondi per la realizzazione di The Perks of Being a Wallflower. []
  • lovemmahermione

    Noah deve essere proprio un bel film se recita emma♥