Madrid, una premiere in bianco e nero

AGGIORNAMENTO – 2: aggiunta una seconda intervista dal red carpet.

AGGIORNAMENTO: aggiunta un’intervista dal red carpet.

Niente candid dall’aeroporto per l’arrivo a Madrid, ma titoli spagnoli scritti con i confetti condivisi su tutti i social, video ufficiali con l’hashtag e quattro parole per descrivere Noah.

Ciao ragazzi, questo è l’hashtag per Noah in Spagna e io sono qui a promuovere il film, andrò alla premiere stasera. Mi piacerebbe tantissimo sapere cosa pensate del film… per piacere usate l’hashtag e… già, non vedo l’ora di sapere cosa ne pensate.

Epico, drammatico, intimo, intenso.

A dire il vero, il soggiorno spagnolo ci ha offerto una candid: proprio il giorno della premiere, il 17 Marzo, Emma si è concessa qualche minuto di pace e cibo con il suo ragazzo, Matt Janney, in salopette nera e blusa bianca.





Pranzo in terrazza con Matt a Madrid – 17 Marzo LQ

Durante i pochi minuti di libertà ha anche posato con un paio di fan.

Via The Emma Watson Archives

Il concept della tuta nera con blusa bianca è stato mantenuto anche per il red carpet della premiere, dove Emma ha indossato una jumpsuit di J. Mendel.








“Noah” – Madrid Premiere (Red Carpet) HQ | MQ | LQ




“Noah” – Madrird Premiere (Interno) HQ | MQ | LQ

A sorpresa, sul palco del cinema Aronofsky dà il microfono ad Emma che ringrazia per l’accoglienza generosa, che si è divertita molto a Madrid e andar via è dura.

AGGIORNAMENTO

In Spagna non possono mancare le domande sul prossimo progetto di Emma, che vede alla regia uno spagnolo.

D: Perché hai deciso di lavorare con Alejandro Amenábar e cosa ti ha detto per convincerti?
E: Non ha dovuto dire niente per convincermi. Amo il suo lavoro, è un vero artista: scrive, dirige, compone la musica dei suoi film… è un visionario. Ha passione e i suoi film sono unici. Ed è un uomo gentile ed adorabile. Non ho dovuto pensarci molto.

D: Cosa hai pensato quando hai letto per la prima volta il copione di Noah?
E: Ho pensato che era bellissima. Ho amato il mio ruolo, credo che sia una donna incredibile. Credo che sia un modo molto creativo di raccontare la storia e la possibilità di lavorare con Darren, che è un regista che rispetto molto, è un’opportunità incredibile.

AGGIORNAMENTO – 2

Il premio per la Miglior Domanda sul Red Carpet va a questo barbuto giornalista:

D: Nel film interpreti una giovane ragazza, con la tua famiglia in mezzo al mare, con centinaia di animali e non hai Facebook per condividere le foto di te con i tuoi animali. E’ ingiusto…
E: E’ dura, sì…

La promozione è lungi dall’essere vicina alla fine e Emma riceverà ancora molte domande, ma superare questo picco è onestamente molto difficile… :D