Emma: «Sono una ragazza fortunata»

AGGIORNAMENTO – 3: aggiunta l’intervista della MTV UK e una foto del look bianco e arancione per intero.

AGGIORNAMENTO – 2: aggiunta l’intervista della BBC.

AGGIORNAMENTO: aggiunto il link Youtube all’intervista del Telegraph e due nuove interviste.

Domenica di junket press quella che ha trascorso ieri a Los Angeles Emma Watson. Con due look diversi, ha parlato di Noah con i giornalisti e si è inventata intervistatrice per un compito scolastico: alcune delle persone che l’hanno incontrata ieri hanno raccontato su Twitter che Emma ha chiesto loro di rispondere ad un questionario per un lavoro per l’Università.

Le domande erano a proposito dell’essere un giornalista, le parti preferite o meno. Se a loro piace essere ripresi dalle telecamere e la migliore e peggiore intervista fatta.

Tra questo e l’esperienza a Wonderland Magazine potrebbe venir fuori un bel lavoro!

Per ora è uscita una sola intervista, in cui indossa un abito bianco e arancione di Stella McCartney di cui abbiamo avuto una preview.

L’intervista del Telegraph si apre con qualche parola sulla particolarità del film di Aronofsky in confronto a cosa ci si aspetterebbe dalla storia di Noah, ma poi migliora.

noah_junket_the_telegraph

Per vedere il video cliccare QUI.

Sul lavorare a grandi progetti così come a piccoli.

L’abilità di creare interi mondi che film più piccoli non sono in grado, ma è bello lavorare anche su scale più intime. Sono stata molto fortunata e spero di poter continuare a passare dagli uni agli altri.

Sulla sua spiritualità

Prima di fare questo film, avevo già la sensazione di essere una persona più spirituale che religiosa. Avevo la sensazione di credere in un potere superiore, ma ero più un’Universalista, vedo che ci sono elementi unificanti tra molte religioni. Mi interessano molto queste cose. E’ stato fantastico lavorare a questo film e penso sia fantastico lavorare ad un film che celebra la fede e stimola la conversazione perché è un argomento importante.

Sulla fortuna di avere le persona giuste intorno.

Sono stata fortunatissima ad avere intorno le persone che ho intorno. Un giovane attore deve avere attorno a sè persone che davvero hanno a cuore il meglio per la persona perché può essere un ambiente molto corrotto per una persona giovane.
Sono grata di avere avuto persone che mi tenessero per mano… tutti, dal mio pubblicista alla persone che che si occupano dei miei capelli e del trucco, dai miei fratelli ai miei amici, ai miei professori… voglio dire, è un grande gruppo di persone che mi aiuta tantissimo.

Con l’altro look si torna al bianco e nero che l’ha fatta da padrone a Madrid, ma per ora abbiamo solo tre foto con Shaun Robinson, giornalista di Access Hollywood.

Ancor meno sappiamo di questo portrait, solo che è stato scattato a Los Angeles.

AGGIORNAMENTO

Per chi ha difficoltà a vedere l’intervista del Telegraph, è arrivata la versione Youtube.

Nell’intervista di Sky News ci sono solo due risposte diverse rispetto alla precedente, ed antrambe riguardano Darren Aronofsky.

noah_junket_sky_news

Per vedere il video cliccare QUI.

Il film ha una crudezza, ha un’originalità, ha lo spirito di un regista che era abituato a lavorare con budget ridotti. Un regista che era abituato ad avere la libertà di fare in modo che i suoi film fossero veramente visionari. E a questo uomo dai un sacco di soldi e lui crea qualcosa che è veramente epico. E a me interessa molto vedere dove questo film va a parare e penso che possa essere un interessante modello per fare film più coraggiosi.

Penso che con ogni testo ci sia sempre una licenza artistica, si guarda sempre la specifica interpretazione di qualcuno. E credo che Darren abbia cercato di essere molto sensibile e attento. Non ha preso la prova alla leggera, è un pezzo molto inclusivo e penso che rispetti molto i temi della storia biblica. Ma se ti attieni alla storia originale Noah non avrebbe detto niente, avremmo visto un film muto. Non si parla di nessuna donna nella storia biblica, non ci sarebbero donne nel film. Devi adattarlo per lo schermo.

L’ultima intervista, per il momento, sembra solo un riassunto di quella per Sky News, ma almeno è su Youtube.

AGGIORNAMENTO – 2

L’intervista della BBC si inserisce nel filone della junket press con il vestito arancione, la telecamera sempre nella stessa posizione e le stesse domande mute e risposte. La domanda nuova della situazione riguarda l’Università ed Emma risponde che è felicissima di laurearsi, che darà una grande festa. Ha oscillato tanto tra lavoro e studio e sarà bello concentrarsi su una cosa sola, ma si è concentrata molto per finire gli studi.

noah_junket_bbc

Per vedere il video cliccare QUI.

AGGIORNAMENTO – 3

Ancora brandelli di questa intervista tagliati e cuciti a dovere da MTV UK. Emma si dice grata per il gruppo di persone che la segue e felice di laurearsi.

noah_junket_mtv_uk

Per vedere il video cliccare QUI.

Dopo averla vista seduta tutto il giorno, finalmente la vediamo in piedi completando l’outfit con scarpe e borsa.


“Noah” – Junket Press