Cosa c’é nell’arca di Emma?

AGGIORNAMENTO: aggiunta la versione Yooutube del video di IGN.

Non è presto per dirlo, per cui lo dico senza problemi: il primo video di questo articolo è il miglior junket di Noah. Punto e basta.

I ragazzi Smosh non si limitano ad intervistare Emma, ma fanno uno scherzo ad uno di loro follemente innamorato della Watson facendogliela incontrare senza avvertirlo: anzi, lui crede di intervistare Logan e vuole approfittarne per convincerlo a presentargli Emma! Tra le risate e le guance rosse Emma accetta anche di uscire con lui. :D

Durante i junket “con il vestito arancione” non tutto è stato registrato in un colpo solo, qualcosa di interessante o almeno carino è venuto fuori anche da lì. Come nel caso dell’intervista di Andrew Freund, anticipa su Instagram da questa divertente foto.

G: Emma, parliamo. Questo film è una monumentale stravaganza. E’ ovviamente molto religioso e molte persone religiose lo guarderanno. Cosa credi che ne penseranno?
E: E’ interessante. Credo che già ne pensino molto senza averlo visto e io direi semplicemente “Vedetelo” e poi fatevi la vostra opinione e parlatene. E’ stato fatto da qualcuno che è molto rispettoso dell’impresa, che ha cercato di essere sensibile, inclusivo… e la storia non è un adattamento parola per parola delle due pagine della Bibbia ma rispetta lo spirito, rispetta i temi. Penso che che ci siano cose fantatiche e che le persone dovrebbero dargli una possibilità prima di giudicarlo.

G: Uno dei temi principali è il sacrificio e mi ha fatto pensare ai sacrifici che ho io ho fatto. A te ha ha fatto pensare a qualche sacrificio che hai fatto di recente?
E: Cielo…
G: Faccio domande profonde, sì.
E: Sì, lo fai davvero. Ho iniziato a lavorare quando ero molto giovane e non potevo fare i pigiama party o altre cose perché avevo delle responsabilità diverse dai miei coetanei. Avevo delle responsabilità ma facevo parte di qualcosa di incredibile che non cambierei per nulla al mondo. Ma ho fatto dei sacrifici.

E: Nell’arca di Emma ci sarebbero i “baked beans”, i miei gatti Phinnion e Sammy, la mia famiglia e i miei amici, House of Cards, ci sarebbero… come sto andando, riesci a immaginare?
G: Cosa ti lasceresti indietro…
E: Non suona meravigliosa la mia arca, non ci vorresti venire?
G: Verrei sulla tua arca anche subito.
E: Cool.
G: Cosa lasceresti indietro?
E: Il traffico. Le persone che interrompono le canzoni alla radio,…
G: I paparazzi?
E: I paparazzi! La negatività. La maleducazione.
G: Mi piace un casino la tua arca.
E: Mitico! Forse dovrei cominciare a costruirla.
G: Ovviamente i tuoi fan ti hanno vista in quegli altri piccoli film che hai fatto e ora interpreti una mamma… Sono passati anni da Harry Potter, ma ora che le persone ti vedranno come una madre pensi che sia liberatorio per te?
E: Sì, è molto liberatorio. In questo film mi vedranno trasformarmi da ragazza a donna… penso che sia stata un’esperienza liberatoria… lavorare con Darren e con una materiale così interessante e su qualcosa che è così diverso.

La giornalista di She Knows conia un neologismo per definire le performance di Emma e Duoglas, Fantabules, ed i due attori britannici lo fanno subito proprio. Poi si passa a parlare della sintonia tra i due e a spoilerare un po’.

G: Interpretate la coppia per cui tutti fanno il tifo nel film. Come descrivereste la chimica tra di voi?
E: Siamo fortunati perché siamo amici nella vita reale. Ci conoscevamo da circa sette anni prima di fare il film insieme. Ci fidiamo l’uno dell’altra, comunichiamo molto bene, teniamo l’uno all’altra in ogni caso, non dobbiamo fingere troppo. Penso che questo abbia aiutato.
Doug: Io ero a mio agio a dormire sul tuo grembo durante le riprese. Dovevo dormire nella scena, svegliarmi e dire qualcosa e non mi sono svegliato. Darren mi chiamava “Douglas? Douglas? Stai dormendo?”
E: Per essere giusti, erano le quattro-cinque del mattino, era ridicolo.

Inizio dello SPOILER DI SHE KNOWS.

G: La scena del parto era particolarmente intensa. Hai fatto le prove?
E: E’ divertente: la mia coinquilina entrava a casa la sera ed io ero sul pavimento facendo le prove con questi suoni… Perché sono molto specifici… le contrazioni ti fanno emettere suoni specifici. E io ero lì fino all’una di notte a guardare disperatamente i video su Youtube di parti naturali e lei “Questo è stano. E’ così strano quel che stai facendo.” Ero ossessiva a riguardo. Sul set c’era un’ostetrica e ci abbiamo lavorato insieme ed era lì durante la scena… Ho visto un sacco di pati nei film e pensavo “Mio Dio, non sembra che stia partorendo, non suda nemmeno! E’ ridicolo!” Quindi volevo che fosse autentico.

Fine dello SPOILER DI SHE KNOWS.

Con IGN Emma torna a parlare della dicotomia tra l’idea di un film su Noè e lo stile di Darren Aronofsky e a come sia facile relazionarsi ad Ila che ha quell’età di passaggio, in cui ama suo padre ma è la prima volta nella sua vita che pensa che forse lui non ha ragione.

noah_junket_ign

Per vedere il video cliccare QUI.

AGGIORNAMENTO

La versione Youtube del video di IGN.