Emmux #43 – Emma è meglio di Noah

Secondo uno studio i giovani inglesi non guardano a Noè, Enea e agli altri protagonisti della Bibbia e della mitologia come modelli positivi, ma a Emma Watson.

Un team di esperti dell’educazione della Brunel University e della Manchester Metropolitan University ha reclutato ventiquattro gruppi di giovani inglesi tra i 14 e i 17 anni affinché prendessero parte a discussioni e interviste a proposito delle celebrità che preferiscono e quelle che non gli piacciono. Le ricerche per il progetto CelebYouth sono durate diciotto mesi ed hanno dimostrato che i ragazzi inglesi guardano alle celebrità come un tempo si guardava alle storie contenute nella Bibbia e ai racconti mitologici: esempi di etica o immoralità a cui ispirarsi o da cui imparare il “come non si fa”.

A sorpresa, i giovani sudditi di Sua Maestà mettono nella seconda categoria i prezzemolini delle sezioni gossip di ogni sito di intrattenimento: Justin Bieber e Kim Kardashian. Le due star nordamericane diventano eroi negativi, descritti come “famosi per niente”.

Gli intervistati vogliono meritare il loro successo, come spiega la dottoressa Heather Mendick, della Brunel University di Londra, capo della ricerca: “C’è l’idea che le persone giovani vogliano diventare ricche molto in fretta partecipando ai reality show o sposando un calciatore, ma in realtà vogliono guadagnare in un modo utile così che sentano di meritare quei soldi.”

Gli eroi positivi di questa mitologia moderna sono Emma Watson e Tom Daley. I due sono visti come gran lavoratori, talentuosi e “reali”.

Emma Watson e Tom Daley

Gli inglesi intervistati sono cresciuti guardando Emma dividersi tra i set cinematografici e i libri universitari, sempre con tutti i vestiti addosso, e Tom spogliarsi, sì, ma per vincere una medaglia alle Olimpiadi per la Gran Bretagna, quasi non dovrebbe stupire che siano considerati come modelli positivi da seguire.

» Il rugbista gentile

Venerdì 16 Maggio Emma è stata avvistata al Café Pacifico in Covent Garden, a Londra. Non ci sono foto a testimoniarlo ma un curioso racconto.

Emma era al bar per ordinare dei drink quando in molti l’hanno notata e la fissavano. Lei è ritornata al tavolo dove l’aspettava Matt, ma non è bastato a farla sentire a suo agio. Poco dopo, infatti, il ragazzo è stato visto mentre chiedeva ad un gruppo di clienti, tutti uomini, seduti ad un tavolo (vicino a quello che divideva con Emma? Probabilmente) di spostarsi per dare all’attrice un po’ di privacy.

Gli avventori lo hanno accontentato, non si sa se solo in virtù del loro buon cuore o convinti dall’offerta di un drink. Di certo pare che Matt abbia detto la parolina magica: “per favore”.

Matt Janney - Oxford University v Cambridge University

Un uomo a cui è difficile dire “no”: Matt Janney.

Vorrei proprio sapere chi risponderebbe “no” a uno che ha questo aspetto e chiede “per favore”.

» European Entertainment Pictures of the Month | April 2014

Il sito Getty ha indetto un sondaggio tra i suoi visitatori per stabilire qualche fosse la migliore tra le European Entertainment Pictures of the Month di Aprile proposte. Tra le immagini selezionate c’era uno scatto di Emma realizzato da Mike Marsland all’indimenticabile premiere di Noah a Londra. E i visitatori del sito hanno deciso che fosse proprio questa la foto del mese.

Commento dell’autore:

E’ bello quando riguardi i tuoi scatti dopo un red carpet e una delle immagini spicca. Questi possono essere gli scatti che hanno preso 17 flashes dagli altri fotografi mentre il tuo non si è accesso. Con un po’ di post-produzione, può diventare qualcosa di speciale. Non puoi mai pianificare quando scattare queste foto ma questa immagine di Emma Watson ne è un esempio. A me piace l’atmosfera eterea dell’immagine creata dal vestito bianco e dalla luce che circonda il soggetto.

My2cents: la luce è bella ma le spalle incurvate per niente. Io avrei votato la foto di Andrew Garfield.

» Congrutalazioni, Dottoressa Watson di cera!

Tre giorni dopo Emma, anche il suo alter ego di cera ha indossato il tocco: il 28 Maggio la statua della Watson al Museo Tussauds a Londra è stata decorata con tocco e pergamena di laurea.


La statua di cera al Museo Tussauds di Londra col tocco e la pergamena di laurea

» With Love From Mario #2

L’account Instagram di Mario Testino è pieno di meraviglie e ultimamente ne ha pubblicata un’altra, dopo lo scatto del MET Gala 2010, per i fan della Watson: una foto dal backstage per la campagna Burberry S/S 2010. Non è un’esclusiva perché l’avevamo già vista sulle pagine di una rivista, ma mai in questa qualità.

» Fancandid e foto rubate negli anni

»» Sconosciuta in chiaro

Pubblicata su Instagram, di questa foto sappiamo poco. Dai capelli di Emma possiamo immaginare che sia stata scattata durante l’Estate 2011, quando la Watson ha trascorso alcune settimane in California.

»» Sfumata a New York

Poco dopo la Cerimonia di Laurea, Emma è stata sorpresa a New York, in Central Park, il 27 Maggio, dove ha rifiutato una foto ad un fan che si è consolato ritraendola da lontano.

»» Di spalle a Londra

Il giorno prima è stata paparazzata in grande stile mentre “ascoltava” quello che sembra il suo patrigno, l’8 Giugno invece è stata fanpaparazzata di spalle mentre passeggiava con Matt in Islington, sempre a Londra.

»» A teatro a Londra

Attraverso Tumblr, sappiamo che sabato 14 Giugno Emma si è concessa una serata a teatro a vedere l’opera Vert-Vert.