Emma diventa Goodwill Ambassador dell’ONU

A coronare una giornata pregna di eventi per i fan di Emma, la Watson stessa diffonde la notizia di essere diventata una Goodwill Ambassador, ambasciatrice di buona volontà, l’Organizzazione delle delle Nazioni Unite.

Emma collaborerà con l’UN Women, un ente delle Nazioni Unite che lavora per favorire il processo di crescita e sviluppo della condizione delle donne e della loro partecipazione pubblica, e sarà portavoce della campagna HeForShe, movimento di solidarietà che chiede ad uomini e ragazzi di alzare la voce contro le disuguaglianze che le donne e le ragazze affrontano in tutto il mondo.

Il comunicato ufficiale cita il sostegno all’educazione delle ragazze, attraverso CAMFED, e i viaggi di Emma in Bangladesh e Zambia come parte dei suoi sforzi umanitari e riporta due citazioni, una di Phumzile Mlambo-Ngcuka, Sottosegretario e Direttore Esecutivo di UN Women, ed una di Emma.

Phumzile Mlambo-Ngcuka:

Siamo felici e onorati di lavorare con Emma, che crediamo incarni i valori di UN Women. Il coinvolgimento dei giovani è importante per l’avanzamento dell’uguglianza di genere nel ventunesimo secolo, e sono convinta che l’intelligenza e la passione di Emma faranno sì che i messaggi dell’UN Women a raggiungere i cuori e le menti dei giovani in tutto il mondo.

Emma Watson:

Ricevere la richiesta di divenire Goodwill Ambassador per l’UN Women mi rende veramente umile. Non a tutti è data l’opportunità di poter fare davvero la differenza e non è qualcosa che io ho intenzione di prendere alla leggera. I diritti delle donne sono legati in modo inestricabile a chi sono io, in modo profondamente personale e sono così radicati nella mia vita che non riesco ad immaginare un’opportunità più entusiasmante. Ho ancora molto da imparare, ma nell’andare avanti spero di dare a questo ruolo conoscenza individuale, esperienza e consapevolezza.