Emma presenta il secondo passo di HeForShe: IMPACT 10x10x10

AGGIORNAMENTO: Nella terza pagina aggiunge foto in HQ e un nuovo video.

La campagna HeForShe fa un passo avanti.

A Davos, in Svizzera, con una conferenza tenutasi al Kirchner Museum, nell’ambito del Forum Economico Mondiale, è stata svelata l’iniziativa IMPACT 10X10X10, un primo impegno della durata di un anno che mira a coinvolgere governi, enti e università come strumenti per cambiare alcune delle comunità che più di tutte hanno bisogno di occuparsi delle carenze nel supporto alle donne e nell’uguaglianza di genere.

Ieri è stata prontamente annunciata la presenza di Ban Ki-moon, Segretario Generale dell’ONU, Paul Kagame, Presidente del Ruanda, Stefan Löfven, Primo Ministro della Svezia, Phumzile Mlambo-Ngcuka, Directore Esecutivo dell’UN Women, Emma Watson, Ambasciatrice dell’UN Women, Paul Polman, e CEO della multimazionale anglo-olandese Unilever.

Durante la conferenza, che si è tenuta alle 8.00, la Watson era seduta tra Ban Ki-moon e Phumzile Mlambo-Ngcuka che l’hanno elogiata nei loro discorsi, ed è stata fotografata anche accanto a Stefan Löfven.



Conferenza per il lancio dell’iniziativa IMPACT 10x10x10, Davos (Svizzera) – 23 Gennaio HQ | MQ | LQ

L’evento ci ha portato anche un nuovo ritratto ufficiale.

L’intervento di Emma è durato circa 5 minuti.

Traduzione a cura di The Emma Watson Archives.

Sin da quando HeForShe è stata lanciata a New York lo scorso settembre, credo si possa dire con certezza che i miei colleghi ed io siamo rimasti sconvolti dalla risposta che abbiamo ricevuto. La conferenza stampa di HeForShe è stata guardata più di 11 milioni di volte, innescando 1,2 miliardi di conversazioni sui social media, culminando nell’hashtag di HeForShe che è diventato così popolare che Twitter l’ha dipinto su una parete del suo quartier generale e uomini da ogni parte del mondo si sono iscritti al nostro impegno. Tutti, da Desmond Tutu, al principe Harry, ad Hilary Clinton, a Yoko Ono hanno manifestato il loro sostegno o ci hanno contattato a partire dal 20 settembre. Ogni cosa, da maratone che si sono corse, merchandise che è stata creata, ragazzini di 15 anni che hanno scritto a quotidiani nazionali deplorando la discriminazione femminile, giovani ragazze che hanno raccolto centinaia di firme: tutto è successo negli ultimi quattro mesi.

Non avrei potuto neanche sognarlo, ma è successo. Grazie mille, grazie mille per aver guardato e grazie mille per il vostro supporto.

Allora, che cosa significa Impact 10x10x10? Si tratta di coinvolgere governi, imprese ed università per spingerli ad impegnarsi in modo concreto nella parità di genere. Ma voglio sentir parlare gli esseri umani che stanno dietro a queste organizzazioni. Ho parlato di alcune delle mie storie, a settembre, quali sono le vostre storie? Ragazze, quali sono stati i vostri mentori? Genitori, vi siete assicurati di aver trattato equamente i vostri figli? Se sì, come avete fatto? Mariti, avete sostenuto le vostre compagne in privato in modo che anche loro potessero realizzare i loro sogni? Giovani uomini, siete intervenuti in una conversazione quando una donna è stata casualmente denigrata o liquidata? In che modo vi ha colpito? In che modo ha colpito la donna che siete intervenuti a difendere? Uomini d’affari, avete aiutato, coinvolto o sostenuto donne in posizioni di leadership? Scrittori, avete messo in discussione il linguaggio e le immagini che usate per rappresentare le donne nei media? CEO, avete implementato i principi dell’empowerment femminile nelle vostre compagnie? Che cambiamento avete notato? Siete alcuni di quelli che hanno persuaso i loro dipendenti uomini ad iscriversi ad HeForShe e a raccogliere firme per il nostro sito? Quante ne avete ottenute? Vogliamo saperlo. Vogliamo sapere cos’avete da dire.

Uno dei più importanti feedback che ho ricevuto dopo il mio discorso, è che uomini e donne vogliono aiutare, ma non sono sicuri di quale sia il modo migliore per farlo. Gli uomini dicono che hanno firmato la petizione, e ora che succede? La verità è che il “e ora?” dipende da voi: il vostro impegno con HeForShe è personale, e non c’è modo migliore per metterlo in atto. Tutto è valido. Decidete qual è il vostro impegno e rendetelo pubblico e per favore fateci sapere come vanno i vostri progressi, così che possiamo condividere la vostra storia. Vogliamo sostenere, guidare e rafforzare i vostri sforzi.

Impact 10x10x10 riguarda concreti impegni al cambiamento, la visibilità di questi impegni e anche la loro misurabilità.

Che effetto ha avuto la campagna su di me fino ad ora? Mi sono ritrovata senza respiro quando una fan mi ha detto che da quando aveva visto il mio discorso, ha smesso di lasciarsi picchiare da suo padre. Sono rimasta sconvolta dalla quantità di uomini della mia vita che mi hanno contatto dopo il mio discorso per dirmi di continuare e che vogliono che le loro figlie siano ancora vive per vedere un mondo in cui le donne hanno parità di potere, sia economicamente che politicamente.

Anche se mi piacerebbe dire che questa campagna e i suoi risultati siano il prodotto delle mie incredibili abilità di scrittrice di discorsi, so che non è così. E’ perché il terreno è fertile. Sono convinta del fatto che non ci sia mai stata una consapevolezza maggiore che le donne debbano essere eque partecipanti nelle nostre case, nelle nostre società, nei nostri governi e nei nostri luoghi di lavoro. E sanno che il mondo è trattenuto in questo in ogni modo, perché non lo sono [eque partecipanti].
Le donne condividono questo pianeta al 50% e sono sottorappresentate, il loro potenziale sconcertantemente non sfruttato.
Siamo molto contenti di lanciare Impact 10x10x10 per portare HeForShe nella sua fase successiva. Se siete un HeForShe – e do per scontato che lo siete, o in questo momento sareste alla conferenza stampa di qualcun altro – sono qui per chiedervi: qual è l’impatto che potete avere? Come? Cosa? Dove? Quando? E con chi?

Vogliamo aiutare, vogliamo sapere e vogliamo sentire cos’avete da dire.

Grazie mille.

Nella pagina seguente trovate la traduzione della live chat tenuta dopo la conferenza.

Pages: 1 2 3