Le riprese di The Queen of the Tearling previste per il 2016?

La Markham, Froggatt and Irwin, un’agenzia inglese per attori, ha una pagina dedicata ad Emma dove troviamo una notizia che potrebbe essere molto interessante: le riprese di The Queen of the Tearling inizieranno nel 2016.

Il paragrafo dedicato alla nuova saga è il più lungo della pagina e non dice niente di nuovo, se non il frammento finale con la data. Io spero che sia vero, ma il fatto che ci sia una data sbagliata (l’uscita di La Bella e la Bestia è data nel 2016 quando invece sarà nel 2017) mi fa pensare che le notizie riportate non siano aggiornate.

Il produttore David Heyman, in una recente lunga intervista con Total Film, non ha menzionato date in cui inizieranno le riprese però ha parlato dell’approccio di Emma al copione e al lavoro.

C’è molta fiducia. Lei è molto comunicativa e ha idee riguardo il copione – penso che siamo alla terza redazione. Ha una mentalità forte e opinioni ma non è arrogante, ha voglia di imparare quello che non sa. Le voglio bene e non mi sarei lanciato in questa nuova avventura se non credessi che possiamo farne qualcosa di grandioso.

Anche Erika Johansen, autrice di The Queen of the Tearling, ha menzionato Emma di recente, chiarendo che a suo parere la Watson è in grado di interpretare Kelsea, anche se qualcuno la ritiene troppo bella per il ruolo.

Domanda: Cosa hai pensato quando hai sentito che Emma Watson sarà la protagonista del film? Hai pensato subito: ‘Lei è Kelsea’?
Risposta: Il mio primo pensiero è stato ‘questa è un’ottima attrice’, che per me, come amante dei film, è persino meglio, ma mi hanno fatto molte domande che mi preoccupano tipo: ‘Non è che Emma Watson è effettivamente troppo bella per essere Kelsea?’ A Kelsea non piace quando le sue possibilità sono limitate dall’essere ‘ordinaria’, ma non lascerebbe che la mancanza di bellezza definisca chi è. Penso che non sia corretto dire che Emma Watson non può interpretare una ragazza ordinaria perché è troppo bella. Sembrano due lati dello stesso problema di fondo: la società basa il valore, le opzioni e gli obiettivi delle donne sul loro aspetto. La domanda non dovrebbe mai essere ‘Emma Watson assomiglia fisicamente a Kelsea?’ ma ‘Emma Watson può essere Kelsea?’ E io penso decisamente che possa.

E mentre aspettiamo l’uscita del primo volume in Italia, prevista per il 9 Luglio, possiamo ammirare la sanguinolenta copertina britannica di The Invasion of the Tearling, il secondo volume della saga, che uscirà a Giugno.

invasion_of_the_tearling_uk_cover