La Potter Girl ha perso il suo tocco magico al box office?

Grazie alla saga di Harry Potter, Emma è una delle attrici che hanno incassato di più al cinema secondo le stime di Box Office Mojo: 32esima nella classifica generale, settima se si considerano solo le donne, con 2,681.9 dollari guadagnati in totale dai suoi film. Però, forse, i magri risultati ottenuti dagli ultimi due film, Regression e Colonia, potrebbero farle perdere qualche posizione.

Colonia, in particolare, sta guadagnando poco al botteghino. I dati provenienti dalla Gran Bretagna suonano drammatici: nel primo week end di proiezione ha incassato appena 47 sterline, secondo il The Guardian. Ma bisogna sottolineare che il film è stato proiettato solo in tre sale nell’intero Paese e che lo stesso giorno è stato disponibile anche in home-streaming. Una strategia, la stessa applicata negli USA, che sembra puntare più ai guadagni derivanti dallo home-streaming che a quelli del box office.

I numeri, paragonati a quelli di Harry Potter, fanno pensare subito ad un fallimento, ma è un paragone ingiusto perché sono due prodotti completamente diversi per target differenti. Inoltre, Colonia non è il primo film pensato per la vendita on demand che subisce una limitatissima distribuzione nei cinema dove finisce per guadagnare pochissimo.

Un fallimento relativo, dunque.

  • Pingback: Il primo teaser poster de “La Bella e la Bestia”()

  • Fabfab

    Non parlerei di box office per film come Regression e Colonia, è ovvio che la Watson non li ha scelti perché pensava diventassero blockbuster: semmai probabilmente pensava sarebbero stati film di maggior pregio, in modo da ritagliarsi un ruolo da attrice che la distaccasse dall’Hermione di cui è ancora prigioniera. Ma non è andata così, direi che si può parlare di fallimento solo in questo senso…

    • Pancaspe

      Mi trovi perfettamente d’accordo.
      Questi erano film fatti per testare le sue possibilità, non per guadagnare come ai tempi di Harry Potter. Ed è per questo che anche io ritengo che l’unico fallimento sia dovuto alla bassa qualità del prodotto finale, su cui però gli attori non hanno responsabilità. Ma alla fine non penso ci sia niente di male in qualche film poco riuscito perché è il modo migliore per fare esperienza e scegliere meglio in futuro. :)

      • Fabfab

        Il fatto è che se cominci a sparire dai radar di Hollywood poi è difficile venire chiamati per produzioni importanti. In questo senso penso che per la Watson sia molto importante il suo ruolo ne La Bella e la Bestia, dove avrà modo di ripresentarsi al grande pubblico.