Emma riceve il premio Inspiration of the Year agli Harper’s Bazaar Awards

AGGIORNAMENTO: La Gallery è tornata attiva. Vi trovate le foto degli ultimi giorni.

Il 31 Ottobre Emma è stata avvistata a Londra, dove in serata ha partecipato agli Harper’s Bazaar Women of the Year Awards, ricevendo il premio come Inspiration of the Year, annunciato dal produttore storico di Harry Potter, David Heyman.

Emma ha onorato la serata di Halloween scegliendo per l’evento un abito di Dior a tema.

londra_harpers_bazaar_women_of_the_year_awards_31_ottobre_site_001

londra_harpers_bazaar_women_of_the_year_awards_31_ottobre_site_002

londra_harpers_bazaar_women_of_the_year_awards_31_ottobre_site_003

Purtroppo la nostra Gallery è fuori uso, ma appena tornerà funzionante vi metteremo tutte le foto della serata.

Sul sito della rivista è stato pubblicato il video in alta qualità, mentre sulla pagina Facebook c’è una versione più completa, seppur in qualità più bassa.

Traduzioni complete a cura di The Emma Watson Archives.

David Heyman:

Conosco Emma da – ho appena realizzato – più dei due terzi della sua vita, circa tre quarti della mia. Ci siamo incontrati la prima volta quando aveva nove anni, quando l’abbiamo presa nel cast di Harry Potter. Abbiamo fatto un magnifico viaggio insieme attraverso Harry Potter e oltre ed è un vero privilegio conoscerla. E’ una delle persone più motivate che conosca. In preparazione al terzo film di Harry Potter, il regista Alfonso Cuaron chiese ad ognuno dei tre giovani attori di scrivere qualcosa sul loro personaggio. Daniel Radcliffe ha scritto una pagina, Rupert Grint non ha scritto niente e Emma ha scritto un saggio di quindici pagine, non diversamente da Hermione.

Porta questa dedizione in tutto ciò che fa: voglio dire, quando inizia a fare yoga non è che fa solo yoga, non si limita a quello, ma diventa un’insegnante di yoga qualificata. E’ un’attrice fantastica che ha lavorato con alcuni dei migliori attori e registi odierni. Ha anche utilizzato il suo profilo, nell’industria della moda, per puntare i riflettori sul problema della sostenibilità; attraverso il suo club del libro Our Shared Shelf ha introdotto centinaia di migliaia di persone alla letteratura femminista, e come Justine ci ha appena detto, in quanto ambasciatrice di buona volontà di UN Women, si è dedicata alla responsabilizzazione delle giovani donne ed è diventata un’instacabile attivista per la parità di genere con HeForShe.

Ha la modestia e il coraggio di fare le domande difficili e di pretendere dei miglioramenti. Nel suo discorso alle Nazioni Unite per il lancio della campagna HeForShe, ha detto: ‘Sia gli uomini che le donne dovrebbero sentirsi liberi di essere sensibili, sia gli uomini che le donne dovrebbero sentirsi liberi di essere forti. E’ arrivato il momento per tutti noi di concepire il genere come uno spettro, invece che come due set di ideali opposti. Se smettiamo di definirci l’un l’altro in base a ciò che non siamo, se iniziamo a definire noi stessi per ciò che siamo, saremo tutti più liberi. Ed è di questo che si occupa HeForShe, riguarda la libertà’.

Tutti i giorni Emma s’impegna per fare una concreta differenza, ed io credo che sia solo all’inizio. Quindi è con grande orgoglio e vero onore, signore e signori, che consegno il premio Harper’s Bazaar Women of the Year 2016 ad Emma Watson.”

Emma Watson:

Oddio… grazie infinite. Sono stati due anni fantastici per me. Non credevo davvero che sarei riuscita a fare quel discorso su HeForShe alle Nazioni Unite due anni fa. Ero completamente terrorizzata, me la stavo davvero, davvero facendo sotto. E’ stato in quei momenti che alcune donne di grande ispirazione mi hanno rimessa in piedi, mi hanno tirata su dal pavimento e mi hanno detto, ‘Lo so che sei terrorizzata, ma ce la puoi fare’ e voglio dedicare il mio premio alle donne che hanno fatto questo per me e alle donne che lo fanno per altre donne in tutto il mondo.

Una di queste donne è mia cognata, che nell’ultimo anno… ho dovuto fare un’audizione davanti ad Alan Menken per Beauty and the Beast della Disney. Il suo braccio destro mi ha chiamato e io ero molto letteralmente in posizione fetale sul pavimento dove stavamo facendo le audizioni. E ho pensato, ‘Perché ho pensato di potercela fare? Perché l’ho pensato? Non ce la posso fare! Mi fa troppa paura’. E [mia cognata] mi ha mandato un video su YouTube di Maria in “Tutti insieme appassionatamente”, e vi voglio leggere le parole della canzone del video che mi ha mandato, perché mi hanno ispirata e io spero che ispireranno anche voi.

Dicevano: ‘Sono sicura del sole, sono sicura della pioggia, sono sicura che la primavera tornerà di nuovo. Al di là di quello che si vede, sono sicura di me. La forza non risiede nella quantità, la forza non risiede nella ricchezza, la forza risiede nelle notti di sonno pacifico. La forza risiede in me. Quando ti svegli – svegliati! Mi dice che verso tutto ciò in cui credo, conduco il mio cuore. Mi dice che tutto ciò di cui mi fido diventa mio. Sono sicura soltanto della sicurezza. Oh aiuto! Al di là di quello che si vede, sono sicura di me stessa!’

Sullo schermo dietro il podio si può vedere un nuovo scatto di Andrea Carter Bowman.

Harper’s Bazaar ha condiviso anche un video-riassunto dell’evento.

AGGIORNAMENTO

La Gallery è tornata attiva. Vi trovate le foto degli ultimi giorni.





Harper’s Bazaar Women of the Year Awards, Londra – 31 Ottobre HQ | MQ | LQ

Fonti LQ: 1, 2

AGGIORNAMENTO – 2

Sul numero di Dicembre della rivista ci sono due pagine dedicate ad Emma: in una campeggia la foto mostrata durante la sua premiazione, nell’altra un ritratto scritto da Melinda Gates.