“I Monologhi della Vagina” di Eve Ensler è il libro di Gennaio&Febbraio di Our Shared Shelf

Per il bimestre Gennaio/Febbraio Emma ha scelto un libro che tanto ha fatto e fa parlare: I Monologhi della Vagina di Eve Ensler. Per la traduzione, ringraziamo The Emma Watson Archives.

Caro Our Shared Shelf,

questo libro non è solamente un libro – è uno spettacolo teatrale che è diventato un movimento politico che è diventato un fenomeno internazionale. Basta che menzioniate ‘I Monologhi della Vagina’ e, anche adesso, vent’anni dopo la prima volta che Eve Ensler ha messo in scena il suo spettacolo rivoluzionario, e le parole vi sembreranno radicali. Sono molto contenta di trascorrere i mesi di gennaio e febbraio leggendo e discutendo un libro/spettacolo che ha letteralmente cambiato delle vite.

La prima vita che è stata cambiata è quella dell’autrice teatrale femminista Eve Ensler, che sostiene di non aver “scritto” lo spettacolo, ma di essersi prestata come ‘canale’ per le storie di altre donne. Era rimasta affascinata dal fatto che la parola ‘vagina’ non venisse mai pronunciata, e da come la vagina stessa fosse tenuta all’oscuro, come se discuterne fosse stato motivo di vergogna. Per questo ha cominciato ad intervistare le donne sulle loro vagine, spingendole a confidarsi con lei. Quando le donne hanno cominciato a parlare, le storie sono arrivate rapidamente, e Eve le ha rimesse insieme in una serie di monologhi da interpretare sul palco.

La prima volta che lo spettacolo è stato messo in scena nel 1996, era di dimensioni ridotte, una produzione off Broadway. Ma ben presto ha iniziato ad attirare l’attenzione, spesso anche controversa: erano i tempi della guerra in Bosnia, quando storie terribili sugli stupri sistematici subiti dalle donne bosniache stavano cominciando ad emergere. Uno dei monologhi è stato ispirato da queste storie, e a partire da quelle prime performance ‘I Monologhi della Vagina’ hanno innescato il movimento V-Day per fermare la violenza contro le donne. Il primo V-Day è stato celebrato il giorno di San Valentino del 1998 quando alcune note attrici si sono riunite per mettere in scena i monologhi di Eve. Da quel momento il movimento del V-Day è diventato internazionale, con messe in scena de ‘I Monologhi della Vagina’ nei teatri e nelle università di tutto il mondo. Ancora oggi ci sono persone che cercano di proibire queste performance.

Sono molto curiosa di scoprire quali monologhi saranno i nostri preferiti e quali ci scioccheranno. Il mondo si è evoluto in vent’anni a questa parte, o ci sono ancora aspetti della sessualità delle donne di cui non possiamo parlare, a causa della nostra paura o perché altri cercano di impedircelo? Pensiamo che l’arte possa cambiare il mondo?

Emma x

Il libro, uscito nel 1996, è disponile in italiano.

monologhi_della_vagina