Biografia

Questa che segue è la traduzione della biografia ufficiale di Emma così come è possibile (grassetti esclusi) leggerla su EWO, il suo sito ufficiale. Copre fino all’inizio del 2009.

Successivamente trovate il materiale scritto da Emma Watson Italia per tutto quanto è successo nella vita di Emma dal 2009 a oggi (Agosto 2013).

1990-2009 (by EWO)

Emma Charlotte Duerre Watson è nata il 15 Aprile 1990 a Parigi, Francia, dove ha vissuto fino all’età di cinque anni con suo fratello minore Alex e i genitori avvocati Jacqueline e Chris. La famiglia ritornò in Inghilterra quando Emma aveva cinque anni.

Al suo ritorno Emma entrò alla Lynam, la scuola materna della prestigiosa Dragon School di Oxford dove scoprì il suo interesse per la poesia e l’amore per le Arti Sceniche. I suoi talenti vennero presto notati e quando aveva solo sette anni vinse la competizione di poesia “Daisy Pratt” per la sua interpretazione di The Sea di James Reeves.

Anche prima Emma aveva lo sguardo rivolto verso grandi cose, avendo confessato a sua nonna, il cui nome da ragazza era Duerre, che da grande avrebbe voluto essere una fata, una principessa e una mattrice (voleva dire “attrice”!).

Nel Settembre 1998, a 8 anni Emma venne promossa alla Headington School dove continuò a brillare negli studi e a mostrarsi anche un membro prezioso del gruppo di dibattito. A questo si univa l’amore per l’arte (ottenne una borsa di studio per i suoi ultimi due anni) e ovviamente anche lo sport, in particolare per l’hockey su prato. Inoltre, la sua passione per le Arti Sceniche sbocciò.

E poi un giorno in Consiglio, quando Emma aveva 9 anni, Emma si trovo scelta assiema ad alcuni altri allievi per fare un’audizione per il ruolo di Hermione Granger. La squadra di audizione stava facendo il giro delle scuole delle scuole in tutto il paese, visitando tutte quelle rinomate per le loro intense attività teatrali. Emma era incredibilmente entusiasta in particolare perchè amava i libri di Harry Potter e il suo personaggio preferito era Hermione. I suoi genitori provarono dolcemente a spiegarle che le sue possibilità erano minime e di prepararla ad una delusione, ma lei era determinata ad ottenere la parte.

Un Lunedì mattina, otto audizioni dopo, Emma venne chiamata di nuove per andare ai Leavesden Studios, pensando fosse per un ulteriore provino. Incontrò il produttore David Heyman che le presento i suoi nuovi colleghi, l’undicenne Daniel Radcliffe che interpretava Harry e il dodicenne Rupert Grint per la parte di Ron. E così, alla tenera età di 10 anni ad Emma venne detto che era stata scelta per interpretare Hermione Granger – e il resto è storia.

Emma ha fatto il suo debutto sul grande schermo nell’Ottobre 2000 nel primo film in assoluto, Harry Potter e La Pietra Filosofale. Da allora è apparsa in tutti e quattro i successivi film: Harry Potter e la Camera dei Segreti, Harry Potter e il Prigioniero di Azkaban, Harry Potter e il Calice di Fuoco e Harry Potter e l’Ordine della Fenice; con il sesto film, Harry Potter e il Principe Mezzosangue pronto per l’uscita a Luglio 2009.

I film di Harry Potter sono diventati i film di più successo di tutti i tempi, infrangendo record di vendita nei botteghini di tutto il mondo. Le performance di Emma sono state selezionate in molte occasioni e le sono valse numerosi premi tra cui l’AOL Moviegoer Award per la Migliore Attrice (vinto due volte con un’altra nomination all’attivo), il Phoenix Film Critics Society Award per la Migliore Interpretazione Giovanile e nel 2007 l’onore di essere stata votata come Migliore Attrice agli ITV National Movie Awards. E’ stata anche la più giovane persona mai scelta per le copertine di Teen Vogue (2005) e Tatler (2007) ed è stata invitata a tenere un discorso alla celeberrima Oxford Union.

Durante i periodi delle sue riprese Emma ha continuato a bilanciarli coi suoi studi, prima alla Dragon School e successivamente alla Headington. Rimane un’artista ed una sportiva appassionata oltre che una studiosa, avendo ottenuto 10 “A” nei nei GCSE (otto A* e due A) e più recentemente una A negli AS level in Storia dell’Arte e tre A negli A-Level in Arte, Inglese e Geografia.

Tra gli studi e le riprese della saga di Harry Potter Emma ha anche recitato in Ballet Shoes della BBC interpretando Pauline Fossil, una di tre sorelle adottate desiderose di imporsi nel mondo. La fiction, a cui han preso parte anche Victoria Wood, Emily Fox e Richard Griffiths, è stata trasmessa a Natale 2007 con grande successo di pubblico e critica.

Poco tempo fa Emma ha dato la voce al personaggio della Principessa Pea nella sua prima animazione, Le Avventure del Topino Despereaux. A questa bellissima storia animata per tutta la famiglia, che sarà nei cinema a Dicembre di quest’anno (2008, ndEWI), hanno preso parte alcuni dei più grandi attori del mondo tra cui Dustin Hoffman, Sigourney Weaver e Matthew Broderick come voce del topolino “gentiluomo” senza paura Despereaux. Emma si è profondamente divertita in questa esperienza e si, quelle che sentite sono davvero le sue urla!

Emma sta attualmente trascorrendo un Anno Sabbatico prima di cominciare l’università nell’Autunno 2009. Si riunirà ai suoi colleghi potteriani, tra cui Daniel Radcliffe e Rupert Grint, nel Febbraio 2009 quando si partirà con le riprese di Harry Potter e i Doni della Morte che uscirà in due parti a Novembre 2010 e nell’Estate 2011.

Emma è sempre rimasta una vera Ariete, avventurosa, energica, all’avanguardia, coraggiosa, entusiasta, fiduciosa, dinamica, acuta, ma anche impulsiva e scavezzacollo.

E davvero Emma si butta in tutti gli sport con sicurezza di sè. E’ una sciatrice provetta da quando aveva 5 anni e suo padre l’ha introdotta per la prima volta sulla montagne francesi; è un’abile giocatrice di hockey su prato e ha anche conseguito un Brevetto da sub Open Water della PADI.

Oltre ad essere un’attrice di talento Emma canta e balla, ed ha partecipato alla gara di ballo Rock Challenge sia nel 2006 che nel 2007.

Emma adora cucinare, amore suscitato in lei dall’avere fatto da aiuto-chef a suo padre per molti anni, ed è un vero portento coi biscotti al cioccolato e noci, con tutte le torte e la pasta, e non adora particolarmente caffè o thè, preferondo una tazza di cioccolata calda o solo della semplice acqua calda.

E ovviamente, Emma è conosciuta per il suo amore per la moda. Le piace mischiare lo stile più commerciale con il vintage e l’alta moda. Di rado si avvale di stilisti preferendo invece scegliere gli abiti da sola.

2009 – 2013 (by EWI)

Emma ha sempre detto di voler proseguire gli studi a prescindere dall’evolversi della sua carriera, e nel Settembre 2009 corona il suo sogno accademico diventando una “freshman” (matricola) alla Brown University, dove si iscrive al corso di studi umanistici. Dopo averci pensato a lungo, Emma ha scelto di frequentare l’università in America soprattutto per via della flessibilità dei loro programmi di studi e della libertà che lasciano allo studente.

Nel 2009 l’amore per la moda prende due forme: da una parte diventa testimonial del prestigioso marchio inglese Burberry per la collezione invernale, dall’altra inizia una collaborazione con l’azienda etica People Tree, pioniera in Gran Bretagna nel campo, che porta Emma ad inventarsi stilista. Il successo della campagna pubblicitaria di Burberry è tale che l’azienda la richiama per una seconda stagione, quella della primavera/estate 2010, a cui partecipa anche il fratello minore Alex. Entrambe le campagne sono curate dal noto fotografo di moda Mario Testino, con il quale nasce un solido rapporto professionale e d’affetto. Mentre escono le foto del secondo lavoro per Burberry, arriva anche la collezione primavera/estate 2010 di People Tree disegnata da Emma, chiamata Love from Emma, e la relativa campagna pubblicitaria a cui partecipano Emma e i suoi amici modelli a titolo totalmente gratuito.

Nell’estate 2010 Emma prova anche un’altra strada e partecipa, come attrice, alla realizzazione di un videoclip musicale. La canzone in questione è Say You Don’t Want It dei One Night Only, guidati da George Craig, incontrato da Emma sul set della seconda campagna per Burberry. Con Craig Emma ha avuto una breve relazione, la prima dopo la rottura con Jay Barrymore, il suo fidanzato di vecchia data, avvenuta nella Primavera del 2010.

L’estate 2010 verrà sempre ricordata, nel calendario watsoniano, per un evento che ha segnato fortemente l’immaginario dell’opinione pubblica: Emma taglia i capelli, passando dalle ciocche color miele che le poggiavano sulle spalle al pixie, il taglio cortissimo.

Nei primi anni universitari Emma recita in una piece teatrale per l’Università, Le tre Sorelle di Chekhov (2010), e in due film: My Week with Marilyn (Marilyn in Italia), di Simon Curtis, nel 2010, dove ha una breve parte, e The Perks of Being a Wallflower (Noi Siamo Infinito in Italia), di Stephen Chbosky, nel 2011, in cui interpreta uno dei personaggi principali. Per The Perks of Being a Wallflower la Watson si espone in prima persona, facendo un tour degli studios di Los Angeles alla ricerca di finanziatori. Con Chbosky si instaura un rapporto di amicizia e fiducia che porterà l’attrice a definire il regista come suo “mentore”. Sul set di Perks Emma incontra anche Johnny Simmons, attore con cui farà coppia per qualche mese una volta finite le riprese del film.

Nella stagione della moda Primavera/Estate 2011, Emma continua a lavorare come stilista per People Tree, con la collezione School of Fair Trade, e collabora con la stilista italiana Alberta Ferretti per creare una capsule collection, che prende il nome di Pure Threads, composta da cinque pezzi.  Riprende anche il lavoro di modella, infatti a Marzo viene ufficializzato il suo ruolo di ambasciatrice di Lancôme, marchio cosmetico francese diffuso in tutto il globo. Il primo prodotto di cui è testimonial è il profumo Trésor Midnight Rose, per la cui campagna pubblicitaria e spot si ritrova con Mario Testino. Di questo periodo è anche una collaborazione tutta particolare che nasce con l’artista e pittore Mark Demsteader e che porta alla creazione di una collezione di 34 ritratti della Watson, dal nome EMMA, per celebrare il ventunesimo compleanno dell’attrice, esposta nella Panter & Hall Gallery di Londra nel Giugno 2011. Il 10% del ricavato dalla vendita dei quadri va in beneficenza ad un’organizzazione che si occupa dell’educazione delle giovani donne in Africa, CAMFED International, che Emma sostiene.

Per l’anno accademico 2011/2012, la Watson sceglie di specializzarsi in Letteratura Inglese e di sfrutture l’opportunità offerta dalla Brown di trascorrere il 3° anno di studi all’estero, che in realtà per lei significa tornare a casa, ad Oxford, per studiare al Worcester College. Durante questo periodo incontra ed intraprende una relazione con Will Adamowicz.

Il successivo progetto cinematografico è The Bling Ring (Bling Ring in Italia) con la regista di culto Sofia Coppola, le cui riprese hanno luogo nella primavera del 2012 in California. Nell’estate 2012 vola a New Orleans per girare una piccola parte nel film comico-apocalittico This Is The End (Facciamola Finita in Italia), in cui interpreta il ruolo di se stessa. La tarda estate e l’autunno la vedono impegnata sul set del colossal biblico Noah, di Darren Aronofsky, tra l’Islanda e New York, con Russel Crowe, Jennifer Connelly, Logan Lerman (già con lei in Perks) e Anthony Hopkins.

In Islanda Emma si dedica anche ad un nuovo progetto e diventa cantante per pochi giorni: registra le voci di un paio di canzoni per l’album di prossima uscita di Ben Hammersley in collaborazione con il musicista islandese Ólafur Arnalds. Nel 2012 e nel 2013 prosegue nel suo lavoro di ambasciatrice e testimonial Lancôme rilasciando numerose interviste e posando come modella per le serie dei prodotti In Love e alcuni prodotti per la pelle destinati al mercato asiatico.

Per l’anno accademico 2012/2013 Emma torna alla Brown e nei primi mesi del 2013 segue un corso alla New York University. Ha detto di non avere particolare fretta nel raggiungere la laurea, anche se ha rivelato che ormai è in dirittura d’arrivo: le mancano solo 2-3 corsi per completare il programma di studi.

Nell’estate 2012 Emma e Guillermo Del Toro ammettono di essere alle prese con un nuovo progetto, una versione dark della fiaba Beauty and the Beast, che un anno dopo, nell’estate 2013, è ancora in fase di riscrittura. La Watson fa la sua prima apparizione al Festival di Cannes nel Maggio del 2013 per promuovere The Bling Ring, film che apre la sezione Un Certain Regard.

Nella primavera del 2013 vediamo Emma in due condizioni molto speciali: senza vestiti da una parte, e in versione di cera dall’altra. A fin di bene, per il progetto del fotografo James HoustonNatural Beauty, lanciato durante la World Earth Week e che raccoglie fondi a favore di Global Green USA, Emma posa mezza nuda. Vestita di un abito d’Alta Moda di Elie Saab è invece la statua di cera che il Museo di Madame Tussauds a Londra le dedica, elegantemente accomodata su un divano dove i fan possono sederle accanto per le foto ricordo. Al contrario, per Emma non sono nuovi i panni della modella per progetti di moda etica e nel 2013 li riveste per un editoriale della rivista The Edit Magazine. Nelle foto presta corpo e volto ai vestiti disegnati dai campioni del fashion made in England, Christopher Kane, Victoria Beckham, Erdem, Burberry Prorsum, Roland Mouret, per una collezione di abiti da red carpet etici per Green Carpet Challenge, associazione voluta e creata da Livia Firth e da Lucy Siegle.

La sera prima del suo ventitreesimo compleanno, Emma viene omaggiata agli MTV Movie Awards 2013 con l’MTV Trailblazer, un premio consegnato ai migliori giovani attori che sono riusciti a ritagliarsi il loro percorso unico e diverso nell’industria cinematografica. Il riconoscimento viene dato alla Watson perché, come spiega il presidente di MTV, Stephen Friedman, “E’ uno dei personaggi più amati e iconici della sua generazione.”

All’inizio del 2013 viene messo in stand-by il sito ufficiale dell’attrice, Emma Watson Official, che dal Luglio 2010 è approdata su Twitter, dove posta personalmente.